Quartu Sant’Elena, sequestrati beni archeologici.

Gli investigatori del Commissariato di Quartu Sant’Elena, nel corso di una perquisizione locale eseguita nei confronti di un collezionista quartese, di professione pescatore, hanno sequestrato vari oggetti di interesse archeologico, tra cui 4 anfore della misura di cm. 110/120 cm, 4 brocche, 5 ciotole, 1 vaso e 1 pentola.

I beni, sottoposti preliminarmente al vaglio Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana della Città di Cagliari, risalirebbero al IV Secolo D.C. e sarebbero di fattura greco – romana.

Sebbene non destinati alla vendita, immessi nel mercato nero avrebbero potuto fruttare circa 200.000 euro.

Il detentore degli oggetti non censiti, privo di precedenti penali, è stato indagato per ricettazione e per possesso di beni culturali di interesse storico appartenenti allo Stato.

LEGGI ANCHE:  La piattaforma della campagna vaccinale apre ai diabetici.