Post partita, Di Francesco: “Riscatto contro il Benevento”.

Archiviata la sconfitta casalinga rimediata contro il miglior Napoli della stagione e, ancora, in inferiorità numerica, il tecnico Eusebio Di Francesco guarda già alla partita di mercoledì contro il Benevento: “Abbiamo alle porte una nuova gara casalinga, quella di mercoledì contro il Benevento, dove possiamo riscattarci tornando a fare punti. Oggi si sapeva che non sarebbe stato facile, prendiamo atto del risultato ma dobbiamo tutti dare qualcosa di più, compreso il sottoscritto. Dobbiamo essere più attaccati al risultato, più bravi ad essere squadra”.

Sull’incontro di oggi, per il mister pescarese, si poteva “fare meglio nel primo tempo” mentre è stata evidente una ripresa del Cagliari nel secondo tempo, seppur interrotta dagli episodi della gara: “L’avevamo ripresa col pari di Joao ma abbiamo risentito del secondo gol arrivato subito dopo, specie dal punto di vista psicologico. Quindi è arrivata anche l’espulsione: tutta una serie di cose una dopo l’altra che non ci hanno aiutato. Non deve essere un alibi, gli episodi fanno parte del calcio, a volte girano a favore, altre no”.

LEGGI ANCHE:  Cagliari. I 24 convocati contro la Roma.

Ma sarebbe ingeneroso, visto il grande lavoro del Cagliari, parlare del risultato senza citare le numerose assenze tra le fila dei rossoblù, come ricordato anche da mister Di Francesco nel post partita: “Gli avversari si sono mostrati superiori, noi abbiamo alternato cose buone e cose meno buone. Siamo mancati un po’ a livello difensivo di squadra, avremmo dovuto vincere più duelli. Stiamo attraversando delle difficoltà per quanto riguarda l’organico, con tantissime assenze che per forza di cose restringono il numero delle alternative. Oltre a Rog, ho dovuto fare a meno di Ounas, Klavan, Godin e Radja non era ancora disponibile”.

Foto Cagliari Calcio