Politiche giovanili, Fausto Piga: “Legge giovani verso approvazione”.

Probabilmente non riuscirà ad essere calendarizzata per la discussione in Aula (visto l’approssimarsi della fine della scalcinata XVI Legislatura) ma, la proposta di legge 182 “disposizioni in materia di politiche giovanili”, si avvia – dopo 3 anni – verso la conclusione dei lavori della seconda commissione. Un lasso di tempo, verrebbe da dire, abbastanza coerente con i tempi di questa politica regionale…insomma, si va, probabilmente, verso l’ennesima iniziativa legislativa per i giovani che non vedrà la luce all’interno del Consiglio regionale della Sardegna.

“Dopo vent’anni, nel Consiglio Regionale della Sardegna, si torna a parlare di giovani e lo facciamo con una legge di sistema – ricordiamolo 300mila euro rispetto ai 5mila messi in palio dall’ultima legge per i giovani del lontano 1999 – che vuole cambiare l’approccio della politica verso le tematiche giovanili di competenza regionale”, ha dichiarato Fausto Piga, primo firmatario della proposta di legge.

LEGGI ANCHE:  Nuoro. I vaccini non arrivano, rinviate le somministrazioni.

“L’iter legislativo in seconda commissione della P.L. 182 è quasi giunto al termine… l’auspicio ora è che il tema approdi nell’aula del Consiglio Regionale per l’approvazione finale del provvedimento”.

“E’ necessario – aggiunge l’esponente di Fratelli d’Italia – colmare un vuoto normativo. Negli ultimi vent’anni non si è mai parlato in modo concreto di politiche giovanili, ora lo vogliamo fare con questa proposta abrogando la legge regionale 5 aprile 1999, n. 11 (Iniziative e coordinamento delle attività a favore dei giovani), oramai per diversi aspetti superata, per approvare un nuovo testo avente una visione organica, coordinata e interassessoriale delle politiche giovanili che metta al centro la pianificazione delle politiche e il coinvolgimento dei giovani alle scelte che li riguardano”.

LEGGI ANCHE:  8 milioni di euro per l'abbattimento delle liste d'attesa.

“La pianificazione delle politiche giovanili verrà elaborata nel “Programma annuale” e “Piano triennale” delle politiche giovanili che dovranno definire gli indirizzi, le priorità e le strategie della programmazione regionale in coerenza con gli interventi in materia proposti su scala nazionale ed internazionale – prosegue Fausto Piga – il cuore della legge saranno le associazioni giovanili e le consulte giovanili comunali, provinciali e regionali, punti di riferimento con funzioni propositive e consultive sulle tematiche giovanili che dovranno accompagnare nelle scelte il legislatore regionale”.

foto Sardegnagol riproduzione riservata