Piano d’azione per i giovani, Consiglio: “Coinvolgerli nel processo decisionale”.

Il Consiglio ha approvato oggi le conclusioni sul piano d’azione per la gioventù. Una iniziativa mirata a coinvolgere i giovani nell’azione esterna dell’UE e nell’elaborazione delle sue politiche aumentandone, nel contempo, la partecipazione e l’impegno nei consessi internazionali.

“Il Consiglio riconosce i contributi significativi dei giovani allo sviluppo di un futuro più inclusivo, equo, sostenibile e giusto e rende omaggio ai giovani che dedicano ogni giorno della loro vita alla creazione di un mondo migliore – si legge nel comunicato del Consiglio -. È necessaria la protezione dei giovani attivisti e dei difensori dei diritti umani in tutto il mondo e dei giovani nelle regioni colpite da conflitti, in particolare nel contesto di guerre, conflitti e crisi”.

LEGGI ANCHE:  Asilo, migrazione e gestione delle frontiere. Ok dal Consiglio al fondo da 18 miliardi di euro.

Tra le priorità il Consiglio ha rimarcato l’importanza dell’empowerment dei giovani, essenziale per il passaggio dalla scuola al mondo del lavoro, della protezione degli standard di salute per i giovani, con particolare riferimento a quella mentale, e della mobilità giovanile.