Oristano: bandita la gara d’appalto per la gestione dello Spazio giovani.

Il Comune di Oristano ha bandito la gara d’appalto per l’affidamento triennale della gestione del Centro di aggregazione giovanile Flavio Busonera, del Centro di educazione ambientale e alla sostenibilità Ceas Aristanis e dello skatepark di Sa Rodia.

Possono partecipare operatori economici, singoli o associati, e soggetti del terzo settore (associazioni ed enti di promozione sociale e sportive, organismi della cooperazione, cooperative sociali, fondazioni). L’importo a base di gara, soggetto a ribasso, è di 455 mila euro più IVA. Le offerte dovranno pervenire entro le ore 13 del 29 marzo.

“Il Centro di aggregazione giovanile Flavio Busonera e il Centro per l’educazione ambientale e alla sostenibilità – spiegano il sindaco Andrea Lutzu e l’assessora alle Politiche giovanili Maria Bonaria Zedda – sono diventati nel tempo importanti gli istituti attraverso i quali il Comune di Oristano esercita le politiche giovanili e ambientali. Lo Spazio giovani in particolare rivolge le sue attività ai giovani di età tra i 10 e i 30 anni, mentre il CEAS è il centro per l’educazione ambientale destinato a tutta la cittadinanza. Da poco meno di un anno lo Spazio Giovani si è arricchito dello skatepark, il tanto atteso impianto per la pratica dello skateboard e degli sport rotellistici e bmx, che ha permesso l’ampliamento dell’offerta dei servizi e delle attività a favore dei giovani. Con questo appalto vogliamo consentire il potenziamento e la razionalizzazione dell’offerta di questi importanti servizi che nel corso degli anni si sono dimostrati di grande utilità per i giovani oristanesi”.

LEGGI ANCHE:  Oristano. Piano urbano della mobilità sostenibile. Al via la consultazione con gli studenti.

“Il Centro giovani in particolare dovrà perseguire una finalità di prevenzione del disagio e promozione del benessere, attraverso interventi educativi di aggregazione, della socializzazione, della promozione della cultura, della tutela ambientale e dello sport, l’informazione – ha aggiunto Maria Bonaria Zedda -. Tra i suoi compiti figurano anche attività organizzative di documentazione e informazione, l’uso creativo del tempo libero, la crescita culturale, la socializzazione, l’accettazione delle diversità etniche, culturali e religiose, la promozione del senso civico attraverso la cultura della legalità e l’attuazione dei principi di solidarietà e del volontariato. Dovrà, inoltre, garantire attività al servizio della collettività, attuando stretti legami con il Comune, le scuole e il territorio”.

LEGGI ANCHE:  Uniss: rilasciate le prime lauree in Scienze Motorie.

“Altrettanto importante è il servizio del CEAS – ha ricordato l’assessore all’Ambiente Gianfranco Licheri -. I Centri di educazione all’ambiente e alla sostenibilità sono strutture territoriali con funzioni di informazione, documentazione, animazione territoriale e attivazione di risorse, iniziative, progetti e programmi condivisi e partecipati, che contribuiscono a creare e diffondere la cultura e l’economia della sostenibilità. I CEAS sono punti di riferimento a livello territoriale e si rivolgono a tutta la cittadinanza, agli altri soggetti e agli enti che svolgono attività di educazione all’ambiente e alla sostenibilità”.

L’aggiudicazione dell’appalto avrà luogo con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Alle offerta verrà attribuito un punteggio fino a 100 punti, attribuiti per l’80% all’offerta tecnica in relazione alle caratteristiche metodologiche, organizzative e qualitative proposte per l’esecuzione del servizio e per il restante 20% all’offerta economica.

LEGGI ANCHE:  Pastore 4.0: i giovani per il rilancio delle aree montane.

In particolare per l’offerta tecnica si terrà conto del progetto educativo (organizzazione delle attività, del tempo, degli spazi, attività innovative e/o sperimentali), degli apporti aggiuntivi atti a migliorare la qualità del servizio (incontri tematici di interesse sociale giovanile come la prevenzione, uso e abuso di sostanze, educazione alla sessualità, educazione ambientale, e incontri tematici per adulti di riferimento e sostegno alla genitorialità) integrazioni progettuali con altre iniziative e strutture del territorio (organizzazione e allestimento eventi teatrali, musicali, cinematografici, organizzazione eventi sportivi, mostre e/o esposizioni, avvio di imprenditorialità giovanile territoriale, laboratori ad hoc a supporto di iniziative e/o manifestazioni organizzate dall’Amministrazione o da altre Associazioni o Enti, laddove possibile), servizi migliorativi e/o aggiuntivi e azioni di inclusione sociale.