Mont’e Prama, Christian Solinas: “Soprintendenza ascolti la voce dei cittadini”.

Oggi, il Presidente della Regione, Christian Solinas, è intervenuto per sollecitare la Soprintendenza ad accogliere la richiesta, avanzata dal Comune di Cabras, di garantire la permanenza in sede delle preziose statue e procedere alle operazioni di restauro all’interno degli spazi messi a disposizione nell’area museale: “I Giganti di Mont’e Prama sono un bene identitario, una ricchezza di tutta la Sardegna e patrimonio storico e archeologico di un territorio che è e deve restare la loro casa naturale, non solo da un punto di vista simbolico ma anche in chiave di sviluppo”.

Un appello, per il Governatore, in difesa “di un sacrosanto diritto contro scelte centraliste che sviliscono il ruolo e le decisioni delle nostre comunità” e per il quale richiede il “rispetto delle comunità e dei singoli territori”.

LEGGI ANCHE:  Animatore socio-educativo per i giovani: sì della Giunta.

“È tempo che la Sardegna valorizzi le sue immense ricchezze archeologiche, un quinto dell’intero patrimonio nazionale, testimonianza di una civiltà che ha preceduto di molti secoli quella romana. Le stesse operazioni di restauro – conclude il Presidente Solinas – possono rappresentare un’attrazione turistica, come avviene di consueto in molte aree archeologiche, e fornire un’occasione di sviluppo per le comunità locali”.

Foto Saliko.