L’Italia presenta una nuova richiesta di revisione del Pnrr.

L’Italia, attraverso il Governo Meloni, ha presentato oggi alla Commissione europea una richiesta di revisione del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Modifiche proposte di pura natura tecnica hanno fatto sapere dall’Esecutivo von der Leyen e che seguono la revisione completa del piano, adottato dal Consiglio l’8 dicembre 2023.

Il Piano italiano per la ripresa e la resilienza è composto da 194,4 miliardi di euro, di cui 71,8 miliardi di euro in sovvenzioni e 122,6 miliardi di euro in prestiti. In particolare, comprende 66 riforme e 150 investimenti e, ad oggi, la Commissione ha erogato oltre il 50% dei fondi assegnati all’Italia nell’ambito del dispositivo per la ripresa e la resilienza, per un totale di oltre 102 miliardi di euro.

LEGGI ANCHE:  Ersu Sassari: 40 abbonamenti annuali per viaggiare sui bus.

Qualcuno/a ha forse notato il cambiamento nei servizi erogati dalle amministrazioni centrali e periferiche? Andando oltre le narrazioni sulla necessità di attendere i risultati di tali azioni, assolutamente pretestuose, siamo ben lontani da quel profondo cambiamento del Paese ripetuto a più riprese dalle istituzioni Ue nel corso della crisi pandemica. Una realtà incontrovertibile specialmente con riferimento alle politiche per i giovani in Italia, ancorate, di fatto, a schemi fallimentari e desueti.

foto Governo.it