Le disposizioni del Cdm per il Sud e Alitalia.

Su proposta del Presidente Mario Draghi, il Consiglio dei ministri ha approvato la procedura per la cessione del marchio “Alitalia”, aperta ai titolari di licenze di esercizio di trasporto aereo o di certificazioni di operatore aereo.

Nell’ambito delle procedure per il trasferimento dei complessi aziendali di Alitalia – Società Aerea Italiana S.p.a, si prevede che a seguito della cessione totale o parziale dei compendi aziendali del ramo aviation, gli slot aeroportuali non trasferiti all’acquirente siano restituiti all’amministrazione straordinaria, in quanto responsabile dell’assegnazione delle bande orarie sugli aeroporti individuate ai sensi del Regolamento (CEE) 95/93.

Sono state infine confermate le garanzie per i passeggeri titolari di titolo di viaggio e voucher o titoli analoghi emessi dall’amministrazione straordinaria.

LEGGI ANCHE:  Giunta regionale, Alessandra Zedda si è dimessa.

L’indennizzo, quantificato in misura pari all’importo del titolo di viaggio, verrà erogato esclusivamente nell’ipotesi in cui non sia garantito al contraente analogo servizio di trasporto, conformemente alla disciplina europea.

Il decreto inoltre interviene sulla riduzione dei divari di dotazione infrastrutturale del Mezzogiorno e nell’offerta di sostegno alla capacità progettuale dei Comuni e delle Regioni meridionali.

L’inserimento del Ministro per il Sud e la Coesione territoriale nella cabina di regia per l’edilizia scolastica garantirà un riparto di risorse più equo sul piano territoriale per la costruzione di scuole dell’infanzia e asili nido.

Le nuove disposizioni sulla progettazione territoriale, con la dotazione di 120 milioni di euro, consentiranno a 4600 Comuni italiani (tutti quelli sotto i 30mila abitanti nel Sud e nelle aree interne) di dotarsi di un “parco progetti” adeguato alle tante opportunità che ai Comuni stessi vengono offerte in questi anni, con il PNRR, con il FSC, con i fondi strutturali: è, al riguardo, prevista una premialità per i Comuni.

LEGGI ANCHE:  Il Cdm approva il decreto "Riaperture". Le nuove disposizioni per bar, ristoranti e luoghi della cultura.

foto Governo.it