La NATO schiera il sistema di difesa missilistica Patriot in Slovacchia.

L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia ha cambiato il volto della sicurezza europea, sottolineando, secondo l’alto comando militare della NATO, la necessità di disporre di forze pronte al combattimento per essere in grado di dispiegarsi rapidamente in tutto il territorio dell’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico del Nord.

Da qui lo schieramento di un sistema missilistico terra-aria Patriot – Phased Array TRacking to Intercept OTarget – vicino alla base aerea di Sliač, in Slovacchia, ovvero sul fianco orientale della NATO.

Diventato famoso per la difesa contro i missili SS-1 Scud lanciati dall’Iraq contro Israele durante la guerra del Golfo del 1991, i sistemi Patriot sono stati schierati senza essere impiegati anche durante l’operazione Enduring Freedom da parte delle forze anglo-americane.

LEGGI ANCHE:  Employable, i giovani per superare le disabilità.

“I sistemi Patriot – si legge nella nota – contribuiranno al sistema integrato di difesa aerea e missilistica della NATO (NATINAMDS), il sistema di difesa aerea e missilistica integrata della Nato che ha il compito essenziale di difendere da qualsiasi minaccia d’attacco aereo e missilistico le forze armate, le popolazioni e i territori dei Paesi membri.

foto Nato.int