La giunta dice no ai nuovi ospedali. Pais: “Comincia l’era del ‘no’ a tutto”.

Dopo l’annullamento da parte della Giunta Todde della delibera 6/17 dello scorso 23 febbraio 2024 – ricordiamolo adottata a ridosso delle elezioni regionali -, concernente la presa d’atto degli studi di fattibilità presentati dalle Aziende del Servizio sanitario regionale per la realizzazione di nuovi presidi ospedalieri, è arrivata puntuale la reazione dell’opposizione delle forze ormai fuori dal Consiglio regionale (considerando la Lega ormai aderente al gruppo Misto), come ricordato dall’ultimo intervento di Michele Pais.

“La giunta Todde ha deciso di affossare definitivamente i nuovi ospedali, compromettendo il rilancio della modernizzazione delle strutture sanitarie dei prossimi 30 anni. E’ un’azione – prosegue Pais – che va contro tutti i cittadini sardi, ma in particolare quelli di Sassari e Alghero che riponevano grandi aspettative in questo progetto. “In particolare per i nuovi ospedali di Alghero e Sassari, il centrodestra aveva previsto le risorse dell’accordo Stato/Regione, per un investimento storico per la sanità del nord Ovest che questa Giunta, unilateralmente, oggi decide che non è più necessario”.

LEGGI ANCHE:  Posidonia, Michele Pais (Lega): "Trasformare problema in opportunità economica".

Mentre per il coordinatore della Lega “è cominciata l’era del ‘no'”, per la Presidente Todde si tratta, invece, di una scelta motivata dall’assenza di fondi: “E’ stata fatta una delibera senza le coperture necessarie – spiega la presidente commentando l’operato della maggioranza di Christian Solinas -. Come abbiamo visto in 5 anni di giunta, non è stata fatta programmazione. Si è deciso di costruire questi 4 ospedali senza pensare a cosa sarebbe successo dopo”.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata