La divulgazione scientifica verso i più giovani: le iniziative del CRS4.

Il CRS4, il Centro di ricerca, sviluppo e studi superiori in Sardegna, dal 13 marzo sarà impegnato in attività di divulgazione delle discipline Stem (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica) nelle scuole dell’infanzia e nelle primarie di tutta la Sardegna.

Tra esperimenti “divertenti” e sessioni frontali (si spera non troppo ingessate e formali), si proverà a fornire spiegazioni semplici di fenomeni naturali e delle principali tecnologie, conducendo i bambini e le bambine di 4 e i 7 anni alla scoperta della scienza.

“L’idea è ottima e le potenzialità della Stem sono ancora da scoprire in Sardegna – ha dichiarato l’assessore regionale alla Pubblica Istruzione, Andrea Biancareddu -. Rappresenta un nuovo approccio interdisciplinare, in cui le abilità provenienti da diverse discipline come la scienza, la tecnologia, l’ingegneria e la matematica si fondono e creano nuove competenze che saranno utilissime all’insegnamento e all’apprendimento per le nuove generazioni. E’ fondamentale – prosegue l’esponente della Giunta Solinas – proporre ai bambini questo nuovo metodo di insegnamento. Bisogna infatti mantenere sempre ben presente la necessità che i bambini percepiscano la dimensione ludica come elemento centrale delle attività”.

LEGGI ANCHE:  Forum Nazionale Servizio Civile, Borrelli: “Il servizio civile cresce".

Divulgazione delle discipline STEM che potrebbe essere estesa anche ad altri target vulnerabili, come ricordato oggi da Giacomo Caoamministratore unico del CRS4: “L’importanza delle discipline Stem nel Paese deve essere enfatizzata. Il CRS4 ha in animo di ampliare questa offerta divulgativa ai carcerati e alla terza età”.

Un primo calendario di attività, ricordano dal Centro, prevede una serie di incontri nelle scuole di Cagliari, Nuoro, Ogliastra e Gallura.

foto Cnr