La Dinamo premia gli studenti-imprenditori.

Mattinata di premiazioni nella sala Sala Siglienti della sede del Banco di Sardegna, dove sono stati assegnati i premi della XIV edizione del concorso “Il Banco di Sardegna per la Scuola” bandito come ogni anno dal main sponsor biancoblu e dall’Associazione Amici del Banco per la promozione della cultura d’impresa tra i giovani. Alla cerimonia, che oltre ai ragazzi delle scuole vincitrici ha visto la partecipazione delle autorità civili, religiose e militari della città, hanno preso parte anche il presidente della Dinamo Stefano Sardara insieme con il capitano Jack Devecchi, Jonathan Tavernari, Andrea Picarelli e Rok Stipcevic che hanno consegnato i riconoscimenti ai giovani studenti-imprenditori.

“Siamo giunti alla XIV edizione di questo concorso e già stiamo lavorando alla prossima – ha detto il direttore generale del Banco di Sardegna Giuseppe Cuccurese – E’ un progetto importante per tutta la Sardegna, con il coinvolgimento di tutte le scuole dell’isola per la valorizzazione della cultura di impresa in un territorio in cui certo non mancano giovani con idee e voglia di fare. L’obiettivo è quello di realizzare un’idea non fine a se stessa ma che possa avere uno sbocco imprenditoriale reale e i progetti presentati sono tutti davvero buoni, sostenibili e innovativi. Se questa è la Sardegna del futuro penso che possiamo guardare al domani con grande entusiasmo di fronte a ragazzi che stanno interpretando con un aproccio innovative e attento all’ambiente le loro ambizioni”.

Le scuole premiate. Primo classificato il Liceo Scientifico “G. Spano” di Sassari con il progetto Spirulab Sardegna (Produzione, lavorazione e vendita in Sardegna dell’alga spirulina, nota nel mondo per le sue proprietà nutritive e gli effetti benefici sulla salute); secondo classificato il Liceo Artistico ”F. Figari” di Sassari per il progetto Style Reborn Innovation (Progettazione e realizzazione di manufatti d’arredo con materie prime riciclate, sia con le tecniche artigianali tradizionali che con la stampa 3D); terzo classificato l’Istituto “Marconi-Lussu” di San Gavino Monreale con il progetto Sa figumorisca (Coltivazione e lavorazione del fico d’India per la produzione di marmellate e liquori e la vendita all’ingrosso, con attenzione alle attività di ricerca e sviluppo); terzo classificato ex aequo l’ITC “D. Panedda” e Ipia “Amsicora” di Olbia per il progetto Edilcozze (Produzione e impianto di piastrelle e materiali edili attraverso il riciclo dei gusci dei mitili e quindi la realizzazione di un prodotto innovativo e non inquinante).

Banco di Sardegna per la scuola. Il concorso, riservato agli alunni delle ultime due classi delle scuole superiori della Sardegna, premia i progetti di ricerca e sviluppo imprenditoriali più interessanti innovativi, con riferimento alla realtà economica e sociale isolana. I progetti vengono valutati da una Commissione rappresentativa del Banco di Sardegna, dell’Associazione Amici del Banco, dell’Ufficio Scolastico Regionale, dell’Università e delle Associazioni di categoria. Le scuole premiate potranno decidere di destinare una parte del premio all’avvio delle start-up o alla formazione dei ragazzi con stage all’estero, che avranno anche la possibilità di accedere a un finanziamento a tasso agevolati da parte del Banco di Sardegna.

Giuseppe Cucurrese, foto Dinamo Sassari

LEGGI ANCHE:  Dinamo imbattibile. I giganti piegano anche Pesaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.