“Inverno sicuro”, il piano per la riduzione della domanda di gas in UE.

Risparmiare energia in estate per un inverno più sicuro. Questa in sintesi la proposta della Commissione europea per ridurre il consumo di gas in Europa del 15% fino alla prossima primavera. L’Unione Europea, infatti, corre il rischio di subire ulteriori tagli alla fornitura di gas dalla Russia. Agendo ora, secondo la Commissione von der Leyen, si potrà rafforzare la resilienza energetica dell’Europa. 

Nel dettaglio, la Commissione ha proposto un nuovo regolamento sulle misure coordinate di riduzione della domanda di gas, basato sull’articolo 122 del trattato. Regolamento che fissa per tutti gli Stati membri una riduzione della domanda di gas del 15% tra il 1° agosto 2022 e il 31 marzo 2023. 

LEGGI ANCHE:  Armenia e Azerbaijan acconsentono a un cessate il fuoco umanitario.

Gli Stati membri, dal canto loro, dovrebbero aggiornare i loro piani di emergenza nazionali entro la fine di settembre per mostrare come intendono raggiungere l’obiettivo di riduzione della domanda di gas.

Per aiutare gli Stati membri, la Commissione ha adottato un piano europeo di riduzione della domanda di gas che stabilisce misure, principi e criteri per una riduzione coordinata della domanda. Il Piano è incentrato sulla sostituzione del gas con altri combustibili e sul risparmio energetico complessivo in tutti i settori.

Sostituendo il gas con altri combustibili e risparmiando energia quest’estate, sarà possibile immagazzinare più gas per l’inverno. Agire ora ridurrà l’impatto negativo sul PIL, evitando azioni non pianificate in una situazione di crisi.

LEGGI ANCHE:  Parlamento europeo: "Investire nel riciclo e nelle materie prime secondarie".

Un altro importante pilastro del risparmio energetico prevede la riduzione del riscaldamento e del raffrescamento. La Commissione ha esortato tutti gli Stati membri a lanciare campagne di sensibilizzazione del pubblico per promuovere la riduzione del riscaldamento e raffreddamento su larga scala e ad attuare la ” comunicazione sul risparmio energetico ” dell’UE , contenente numerose opzioni per risparmi a breve termine. Per dare l’esempio, gli Stati membri potrebbero imporre una riduzione mirata del riscaldamento e del raffrescamento negli edifici gestiti dalle autorità pubbliche .

foto Free-Photos from Pixabay