Aiuti di Stato: approvato regime da 878 milioni di euro per l’inserimento dei disoccupati.

La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 878 milioni di euro per incentivare i datori di lavoro a integrare i lavoratori disoccupati nel mercato del lavoro nel contesto della pandemia di coronavirus.

Il regime, approvato ai sensi del quadro temporaneo per gli aiuti di Stato, mira a ridurre il costo del lavoro sostenuto dai datori di lavoro privati in relazione a lavoratori neoassunti precedentemente disoccupati. L’aiuto consisterà in un’esenzione dal pagamento dei contributi sociali a carico dei datori di lavoro, per un periodo massimo di 6 mesi, per i nuovi contratti di lavoro a tempo indeterminato firmati tra il 1º luglio 2021 e il 31 ottobre 2021.

I beneficiari, si legge nel provvedimento, potranno ricevere aiuti fino a 3 000 euro per ciascun lavoratore assunto. Per essere ammissibili, i datori di lavoro non devono aver licenziato dipendenti nei 6 mesi precedenti l’assunzione.

LEGGI ANCHE:  Aiuti di Stato: 10 milioni a sostegno dei birrifici italiani.

Foto di Niek Verlaan da Pixabay