Immigrazione, Renzi a Meloni: “La campagna elettorale è finita”.

Avranno deluso i sostenitori della destra e delle facili soluzioni gli ultimi sbarchi di migranti nel nostro Paese. Nonostante il “Governo del ‘pugno’ duro” tutto è rimasto esattamente come è sempre stato sul fronte della gestione dei migranti e dei profughi. Insomma, un problema non da poco per la difesa dell’identità del governo di centro-destra verso il proprio elettorato e meno della metà del corpo elettorale italiano, vista l’ormai conclamata disaffezione degli italiani verso la politica italiana.

A ricordarlo oggi il leader di Italia Viva, Matto Renzi, che ha ricordato alla Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, la fine della campagna elettorale: “Il Governo Meloni deve capire che la campagna elettorale è finita. Stare per una settimana sui media a dire “La pacchia è finita, non possono scendere tutti”, lasciando a bordo delle navi alcune decine di migranti con i fari delle TV puntati addosso mentre tutti i giorni migliaia di migranti entrano in Italia da altre parti era una pura speculazione mediatica. Alla fine – ha ricordato Renzi -, sono scesi tutti. Lo show inutile e crudele è finito, le trasmissioni possono occuparsi di altro, i migranti vengono fatti scendere”.

LEGGI ANCHE:  Il "Governo amico" impugna un'altra legge regionale.

Da qui un’altra constatazione nel merito di una delle questioni ancora al palo nel nostro Paese, la questione giovanile: “Mi piacerebbe una riflessione vera sull’immigrazione. E anche sull’emigrazione, specie di tanti giovani del sud – prosegue il leader di Italia Viva -. Si sente il bisogno di una riflessione sulla crisi demografica. Se il tema invece è lasciare qualche decina di disperati su una nave per consentire al governo di fare spot elettorali quando la campagna elettorale è finita da un mese mi sembra profondamente ingiusto”.