Politiche giovanili. Il Presidente Mattarella alla Maratona digitale “Quale futuro”

Anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parteciperà all’apertura dei lavori della Maratona digitale “Quale Futuro”, che vedrà la partecipazione di quattrocento giovani per il brainstorming in videoconferenza, voluto dal Ministro per le politiche giovanili e lo sport, che si terrà sabato prossimo dalle 11 alle 18. Un incontro virtuale che vedrà coinvolti anche quattro speaker d’eccezione, come Alberto Angela, Lavinia Biagiotti, Vincenzo Novari e Chiara Saraceno.

Un meeting per discutere su come i giovani italiani hanno vissuto la pandemia, sulle aspettative dei ragazzi nella fase 3, sulle politiche ritenute più urgenti e su come investire le risorse previste dal Governo e dall’Unione europea dedicate alle giovani generazioni.

Per otto ore centinaia di ragazze e ragazzi – che rappresentano un campione statistico significativo dell’intera popolazione giovanile – si confronteranno sia in plenaria che in piccoli gruppi su quattro tematiche: dopo un intervento introduttivo di uno speaker d’eccezione avranno modo di discutere in stanze virtuali di lavoro, moderati da membri del team Visionary, con dieci partecipanti ciascuna. I risultati dei tavoli saranno raccolti ed elaborati in tempo reale, in un unico documento che sarà presentato nella sessione finale e che costituirà la base delle politiche del Governo che il Ministro Spadafora promuoverà nei prossimi tempi. 

Una manifestazione salutata con entusiasmo dal Ministro Spadafora: “Il Coronavirus ha costretto i più giovani a una pausa collettiva, e a mettere in discussione quella che era considerata la normalità. Sono emerse grandi potenzialità e slanci altruistici, ma anche le fragilità di una generazione che rischia di pagare il prezzo più alto nel post-covid. Come Ministro ho voluto lanciare questa maratona perché nessuno più delle ragazze e dei ragazzi stessi può suggerirci come e dove intervenire per promuovere azioni e interventi politici che intervengano dove c’è più bisogno. La presenza in apertura del Presidente della Repubblica, che ringrazio profondamente, è il segno più tangibile di quanto sia necessario, oggi, pensare al futuro dei giovani”.

Sergio Mattarella, licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT foto Quirinale.it

LEGGI ANCHE:  La Mafia in giacca e cravatta e i "Non Performing Loans"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.