Il Governatore Solinas incontra il nuovo Rettore dell’Università di Cagliari: “Abbiamo a disposizione ingenti risorse”.

“Un colloquio positivo e proficuo, che rafforza il rapporto di collaborazione, dialogo e confronto sui grandi temi che riguardano il futuro della Sardegna”, ha detto il Presidente Christian Solinas a margine dell’incontro con il nuovo Rettore dell’Università di Cagliari, Francesco Mola.

“Le due università sarde rappresentano un valore insostituibile – ha detto il Presidente – La pandemia e le difficoltà che stiamo attraversando stanno oramai interrogando le istituzioni su quale sia il modello che dovremo affermare all’indomani della crisi. Probabilmente ci si sta rendendo conto che il modello di globalizzazione a cui pensavamo non è un modello sostenibile”.

Attrattività, ricerca e internazionalizzazione i concetti chiave, senza dimenticare il patrimonio storico, culturale e archeologico della Sardegna, da preservare e valorizzare. “La Regione ha avviato un percorso per creare clima favorevole agli investimenti in innovazione e ricerca. La condizione di insularità oggi va affrontata con strumenti nuovi. Non possiamo prescindere dalla tradizionale continuità territoriale, necessaria per spostare persone e merci, ma abbiamo bisogno anche della continuità territoriale digitale per polverizzare le distanze. E per questo serve formare i giovani”.

LEGGI ANCHE:  Sanità nell'Isola: luce verde per 50 'Case della Comunità'. Christian Solinas: "Poniamo rimedio all’impoverimento dei servizi sanitari sul territorio operato nel passato".

In particolare, tra i temi trattati, la necessità di puntare sui servizi di supporto alla didattica, sul diritto allo studio: “Se vogliamo essere attrattivi come Università la qualità dei servizi legati alla didattica diventa fondamentale nella scelta – ha detto il Presidente – Mi riferisco al sistema degli alloggi, della ristorazione, delle borse di studio. Abbiamo il dovere di integrare meglio i servizi con i poli della didattica”.

In chiusura dell’incontro il Presidente Solinas ha posto l’accento sulla strategicità della collaborazione. “Oggi più che mai – ha concluso il Governatore – le istituzioni devono remare verso lo stesso obiettivo e la Regione può essere partner importante nello sviluppo dell’Università. Abbiamo a disposizione le risorse derivanti dal nuovo piano di sostegno comunitario 21-27, le opportunità derivanti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, PNRR, il ‘just transition fund’ e le risorse che derivano dall’accordo sulle entrate”.

LEGGI ANCHE:  Erasmus: le briciole dal Governo Meloni. 10 milioni per le borse di studio.