Il 22,9% delle imprese dell’UE ha effettuato vendite online nel 2022.

Nel 2022, il 22,9% delle imprese dell’UE ha effettuato vendite online , ovvero 0,1 punti percentuali (pp) in più rispetto al 2021 (22,8%) e 6,5 pp in più rispetto al 2012 (16,4%). 

Tra i Paesi dell’UE, secondo le rilevazioni dell’Eurostat, la percentuale di imprese che effettuano vendite online varia notevolmente. Le quote più elevate sono state registrate in Lituania (38,9%), Svezia (38,1%) e Danimarca (36,7%). Al contrario, le quote più basse sono state registrate in Romania (12,9%), seguita da Lussemburgo (13,4%) e Bulgaria (15,1%).

La percentuale di imprese che effettuano vendite online varia in modo significativo a seconda delle dimensioni delle imprese. Nel 2022, il 45,9% delle grandi imprese nell’UE ha effettuato vendite online e il 30,2% delle medie imprese. Al contrario, nel 2022 il 20,8% delle piccole imprese effettuava vendite online.

LEGGI ANCHE:  Armenia e Azerbaigian, Borrell a colloquio con i ministri degli esteri.

foto StockSnap da Pixabay.com