I Manhattan Transfer nella lineup di luglio del Dromos Festival.

Sono state annunciate le prime anticipazioni della 25a edizione del Dromos Festival. A calcare il palco della piaza Duomo di Oristano il prossimo 29 luglio saranno i Manhattan Transfer, mentre Stefano Bollani si esibirà il 10 agosto a Neoneli (Or).
L’ensemble vocale statunitense sbarcherà nell’isola sull’onda del nuovo disco Fifty, pubblicato l’anno scorso (su etichetta Concord), una raccolta di intramontabili successi ripresi da album ormai storici come “Brasil”, “The Junction”, “Extensions”, “Coming Out”, “The Offbeat of Avenues” e “Pastiche”, affiancati da brani inediti. Un disco, registrato con il sontuoso apporto dell’orchestra WDR Funkhausorchester, che celebra il mezzo secolo di storia musicale dei Manhattan Transfer: una storia costellata di riconoscimenti, come l’inserimento nella Vocal Group Hall of Fame e la conquista di ben otto Grammy Awards, e che prosegue anche dopo la scomparsa, nel 2014, del fondatore del quartetto, Tim Hauser, attraverso le voci di Janis Siegel, Alan Paul (entrambi titolari dagli esordi del gruppo nel 1972), Cheryl Bentyne (dal 1979) e Trist Curless (dal 2014).
 
Recentemente insignito del David di Donatello come miglior compositore (per il film di Francesco Lagi “Il pataffio”), Stefano Bollani sul palco di Dromos proporrà il suo concerto in piano solo, un one man show che è un vero e proprio viaggio tra i tasti del pianoforte.

LEGGI ANCHE:  Le opinioni dei cittadini durante la seconda ondata pandemica.

Nomi decisamente di primo ordine, quindi, per la nuova edizione del festival Dromos , quest’anno dedicato al tema del ripopolamento culturale.

foto Marco Glaviano Frame