Gran concerto per il Natale e Capodanno Ortodosso e di Rito Orientale.

Il 12 gennaio 2020, alle ore 15:30, l’Auditorium del Conservatorio di Cagliari in Piazza Porrino 1, ospiterà il “Gran Concerto di Natale e Capodanno Ortodosso e di Rito Orientale”. Anche questa edizione sarà a ingresso gratuito, con una disponibilità di ben oltre 800 posti, per dare l’opportunità di seguire questa iniziativa di grande valore artistico, sociale e di scambio culturale divenuta ormai tradizione cittadina molto apprezzata dalla diaspora e dai sardi.

Il concerto sarà tenuto dal complesso artistico bielorusso “MAROU”, protagonista di molti contest musicali nelle principali emittenti televisive e proveniente dalla città di Brest, composto da Yana Butskevich Dziadok (voce) Yauheni Lukyanchyk (sassofono, clarinetto) Vasili Rechkin (basso-chitarra) Raman Marchuk (tastiere) Ilya Tserashchuk (percussioni) che reinterpreteranno le canzoni e le musiche popolari dei popoli slavi e dell’Europa Orientale, con arrangiamenti moderni ed originali. 

Prevista, inoltre, la partecipazione straordinaria di alcuni musicisti docenti del conservatorio di Cagliari: Alessandro Diliberto (pianoforte) Massimo Ferra (chitarra) Massimo Tore (contrabbasso) Roberto Migoni (batteria) Luigi Lai (launeddas) che a loro volta si esibirann in un repertorio di musiche tradizioni sarde. 

Nell’Europa Orientale, in particolare Russia, Belarus, Ucraina e in altri paesi di tradizione cristiano-ortodossa, greco-cattolica e bizantina, il Natale si festeggia il 7 gennaio e il vecchio Capodanno (sulla base del calendario giuliano) nella notte fra il 13 e 14 gennaio. Il Gran Concerto si terrà la prima domenica a cavallo fra il Natale e Capodanno del calendario giuliano, e quindi, quest’anno 12 gennaio 2020.

In Sardegna, è presente una numerosa diaspora proveniente dall’Europa dell’est, dove ancora oggi è grandemente maggioritaria la componente femminile, donne che svolgono un ruolo sociale molto importante, soprattutto nel settore della cura alla persona. Ma numerose sono le coppie miste, tanti i giovani delle seconde generazioni, gli studenti negli istituti superiori e università sarde.

Un concerto che coinvolge non solo la diaspora dell’Europa Orientale, ma anche tanti sardi appassionati alla cultura slava e amanti della buona musica.

Il “Gran concerto per il Natale e Capodanno Ortodosso e di Rito Orientale” si tiene nell’ambito del Progetto “Rete per la conoscenza e aggregazione” dell’Associazione Cittadini del Mondo Onlus – Biblioteca “Rodnoe Slovo” (presso l’Oratorio della Parrocchia di Sant’Eulalia), grazie alla collaborazione istituzionale fra “Conservatorio Giovanni Pierluigi da Palestrina” e Consolato onorario della Repubblica Belarus in Cagliari, con il contributo della Fondazione di Sardegna e la collaborazione della Caritas diocesana di Cagliari.

LEGGI ANCHE:  Sant'Efisio 2021, il 365° Alter Nos sarà Edoardo Tocco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.