Gagliolo risponde a Lapadula, pareggio tra Cagliari e Reggina.

Finisce in pari la sfida casalinga del Cagliari con la Reggina nell’undicesima giornata del campionato di serie B 2022/23.

Un pareggio che non fa bene al morale dei rossoblù e che li fa scendere al decimo posto in classifica, mentre Filippo Inzaghi può mettere in cascina un punto importante per gli amaranto (con il primo pareggio della stagione), ottenuto in una piazza calda come quella dell’Unipol Domus.

Entrambe le squadre, reduci da un periodo non entusiasmante (tre sconfitte nelle ultime cinque partite per tutte e due le compagini), erano alla ricerca di una vittoria per scalare la classifica, ma era soprattutto Liverani a voler trovare i tre punti, con una panchina che inizia a scottare, dopo che in settimana il DS Capozucca e il Direttore Generale Passetti sono stati sollevati dal proprio incarico, e si respira sempre più aria di rivoluzione in casa rossoblù.

Con Pavoletti fuori per un problema muscolare, spazio per Lapadula per tutti i 90 minuti, affiancato da Luvumbo e dalla novità Millico. Fuori anche Deiola, rientra dal primo minuto Rog.

I sardi si rendono subito minacciosi con Nandez che si invola sulla fascia destra e guadagna un calcio di punizione provocando anche il giallo di Hernani. Millico si incarica di battere il calcio da fermo e imbecca Lapadula che svetta di testa e dopo due minuti dal fischio d’inizio porta in vantaggio i suoi.

LEGGI ANCHE:  Fabio Pisacane nello staff di Liverani: “Inizia una nuova vita professionale”.

Da quel momento in poi la partita appare equilibrata ma è la squadra ospite a tenere in mano le redini del gioco, scossa dall’improvvisa quanto immediata situazione di svantaggio.

Il pareggio degli amaranto arriva al 24’, ancora su colpo di testa dopo calcio da fermo: Hernani batte un corner perfetto, la difesa rossoblù sta ferma e permette a Gagliolo di saltare indisturbato incornando il pallone in maniera perfetta.

La squadra allenata da Filippo Inzaghi continua ad incalzare, e al 36’ Di Pardo deve superarsi intervenendo di piede in tuffo sulla conclusione di Hernani, sporcandola e mettendola in angolo quasi miracolosamente.

Nel secondo tempo il Cagliari sale in cattedra riuscendo a mantenere palla con più continuità, complice anche l’ingresso di Viola per Makoumbou in cabina di regia, riuscendo a smistare palla ai compagni con più rapidità e precisione.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato: Walukiewicz torna in Serie A, sponda Empoli.

Le occasioni costruite da entrambe le parti però scarseggiano o comunque non risultano particolarmente incisive, e il secondo tempo si chiude sullo stesso punteggio del primo.

Il mister dei sardi Liverani nel post-partita spegne qualsiasi polemica: <<La squadra ha dato tutto>> commenta l’allenatore <<e ha cercato di vincere fino alla fine contro un’avversaria di alto livello, con giocatori esperti e di valore come Menez o Hernani. I fischi? Credo che la gente sia comunque delusa dal risultato, perché visto il nostro blasone e la nostra squadra si aspettava che forse avremmo dovuto avere un’altra posizione di classifica, ma il campionato è diverso ed imprevedibile e dobbiamo rendercene conto. Certo, forse siamo un po’ in ritardo rispetto ai piani alti della classifica>> prosegue Liverani <<ma conoscendo questo campionato, non è assolutamente una distanza incolmabile. Se la dipartita di Capozucca è in qualche modo dipesa anche da me? Sono scelte fatte dall’assemblea dei soci e sulle quali non ho assolutamente voce in capitolo, io ho avuto sicuramente qualche discussione con l’ex DS ma sono cose perfettamente normali, nel calcio>>.

LEGGI ANCHE:  Cagliari-Juventus, Walter Zenga: "Voglia di riscatto".

Sempre a proposito del posto vacante lasciato dal Direttore Sportivo e delle voci che si erano susseguite in settimana, si esprime in maniera lapidaria il Club Manager del Cagliari Roberto Muzzi: <<Non mi interessa ricoprire il ruolo di DS>> precisa subito l’ex attaccante <<e voglio essere chiaro su questo punto. Io sono il Club Manager, è questo il mio ruolo, mi piace ricoprirlo, e non ho alcuna voglia di ricoprire un incarico differente>>.

Cagliari – Reggina 1-1

Cagliari (4-3-2-1): Radunovic; Di Pardo, Capradossi, Altare (40’st Obert), Barreca (34’st Carboni); Nandez, Makoumbou (1’st Viola), Rog (41’st Pereiro); Luvumbo, Millico (11’st Deiola); Lapadula. All. Liverani.

Reggina (4-3-3): Ravaglia; Pierozzi, Camporese, Gagliolo (21’st Cionek), Di Chiara (41’st Giraudo); Fabbian (32’st Obi), Majer, Hernani; Canotto, Menez (21’st Gori), Rivas (21’st Cicerelli). All. F. Inzaghi.

Arbitro: La Penna di Roma 1.

Reti: 2’pt Lapadula (C), 24’pt Gagliolo (R).

Note: Ammoniti Di Pardo, Viola, Lapadula (C); Hernani, Gagliolo, Obi (R). Corner 4-7; Recupero: 1’ P.T. – 3’ S.T.

foto Cagliari Calcio