Evasione, scoperti oltre 324mila canoni di locazione non dichiarati nel Sud Sardegna.

Al termine di una recente attività ispettiva della Guardia di Finanza nel settore turistico sono stati scoperti nel Sud Sardegna, oltre 324mila euro di canoni di locazione non dichiarati da parte di una dozzina di proprietari. Oltre all’evasione immobiliare la lente di ingrandimento delle Fiamme Gialle si è posata sul servizio di aerotaxi: attività disciplinato da una normativa del 2011 che prevede il versamento di un’imposta erariale commisurata, per ciascun passeggero trasportato, alla distanza chilometrica del viaggio.

Nello specifico, le varie compagnie aeree sono responsabili dell’applicazione e del successivo versamento di un importo pari a 100 euro, in caso di tragitto inferiore a 1.500 km, e a 200 euro per percorrenze superiori, per ciascun passeggero trasportato.

LEGGI ANCHE:  BJJ Summer Week. L'organizzazione in sicurezza degli eventi internazionali in Sardegna ai tempi del Covid.

I controlli dei Finanzieri in servizio presso lo scalo “Mario Mameli” di Elmas hanno preso in considerazione tutti i voli passeggeri effettuati tramite aerotaxi nella prima parte di quest’anno: ad esito delle attività ispettive sono emersi 84 voli, operati da compagnie estere, per i quali, in relazione ai 646 passeggeri trasportati, è stato omesso il versamento del tributo, per un ammontare complessivo di 75.400 euro. A fronte delle violazioni contestate sono state altresì irrogate sanzioni amministrative per un importo complessivo di 22.620 euro.

foto BV@porto