Emergenza Covid. Attivi i nuovi hub di Oristano e Dolianova.

Dopo le recenti aperture a Nuoro, Quartu Sant’Elena e Ozieri, oggi sono stati inaugurati i nuovi hub vaccinali di Oristano e Dolianova. Apertura che per il presidente Solinas “segue la strada tracciata per incrementare la capacità del nostro sistema sanitario e rendere più capillare la campagna di immunizzazione sul territorio. Abbiamo fissato obiettivi importanti e saremo in grado di rispettare gli impegni qualora alla Sardegna arrivassero le scorte necessarie”.

A Oristano, nei 3mila metri quadri della struttura comunale del Palazzetto dello Sport in località Sa Rodia, la campagna è partita con l’immunizzazione dei cittadini over 70, non esenti per patologia. L’hub, che a regime conterà dieci postazioni vaccinali, potrà somministrare fino a 1.500 dosi al giorno. A Dolianova, invece, nel Centro di aggregazione sociale di Su Cuccureddu, scendono in campo dodici medici di famiglia del Parteolla.

LEGGI ANCHE:  Sardegna. Aumentano (ma non per i residenti), le tariffe per le isole minori.
Hub vaccinale Oristano
Hub vaccinale Oristano

“Nell’ultimo mese – dichiara l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu – la Sardegna ha impartito una forte accelerazione, arrivando a essere fra le prime cinque regioni per dosi giornaliere somministrate ogni centomila abitanti. Proseguiamo con l’apertura di nuovi hub, strategici nei centri ad alta densità di popolazione, ma anche con l’attivazione di centri vaccinali nei comuni più piccoli, con la disponibilità e la preziosa collaborazione dei sindaci e dei medici di famiglia. Stiamo ottenendo risultati importanti grazie, soprattutto, al grande impegno di tutti gli operatori sanitari e di tutte le persone in prima linea nella lotta al virus”.