Elezioni Amministrative, Francesco Boccia: “Centrosinistra unito ovunque. Alleanza con il M5S nel 50% dei capoluoghi di provincia”.

Una coalizione dei progressisti e riformisti per le città alle prossime elezioni Amministrative. Questa la linea tracciata da Francesco Boccia, intervenendo stamane nel corso della Segreteria nazionale del Partito Democratico.

“Dei 112 comuni sopra i 15 mila abitanti che andranno al voto in ottobre, abbiamo chiuso le candidature su 46 comuni; al momento il 40% delle candidate sindaco sarà donna. Il lavoro fatto in queste settimane sui territori ha seguito la linea tracciata dal segretario Enrico Letta in Assemblea nazionale: unire il centrosinistra, allargando il campo alle forze civiche e, dove possibile, c’è l’alleanza del centrosinistra unito con il M5S. A differenza delle elezioni amministrative del 2016, quando la coalizione si divise, il centrosinistra si presenta in una coalizione unita ovunque – spiega Boccia – Unità della coalizione raggiunta anche grazie alla grande partecipazione che sta caratterizzando le elezioni primarie in grandi città come Roma, Torino e Bologna. In due città capoluogo di Regione su sei ci sarà l’alleanza con il M5S sin dal primo turno, così come nel 50% dei comuni capoluogo di Provincia.

LEGGI ANCHE:  Stampa sarda in crisi, Partito Democratico: "Senza interventi libera informazione in serio pericolo".

“La coalizione unita che emerge – conclude l’esponente del PD – unisce i progressisti e i riformisti italiani per costruire il futuro delle città nell’era post emergenza Covid-19”.