Dinamo. L’Olimpia Milano si impone sui giganti.

La Dinamo Banco di Sardegna onora il ‘classico’ contro la corazzata meneghina, uscendo però sconfitta, per 73-85, dalle ‘scarpette rosse’ dell’Olimpia Milano.

Dinamo in campo con il classico starting five con Spissu, Bilan, Burnell, Bendzius e Gentile, al quale coach Messina risponde con Micov, Tarczewski, Delaney, Shields e Brooks. Dinamo esuberante già dai primi secondi con Spissu, ma il primo allungo è dei biancorossi con Delaney in lunetta. Bilan si iscrive a referto e il contropiede chiuso con la schiacciata di Burnell dice 7-4.

Reazione autoritaria di Milano che piazza un  break di 11-0 condotta da Shields, a quota 9 punti dopo 6’. Burnell prova a fermare l’emorragia e coach Pozzecco manda in campo Kruslin e Happ. Reazione di orgoglio del Banco che scrive un parziale di 6-2 con i primi punti di Happ e il contropiede della coppia Bendzius-Kruslin (13-16).

Difesa arcigna della Dinamo nell’ultimo giro di cronometro e canestro di Katic per il -1, risponde Rodriguez dai 6,75, chiudendo il primo quarto dul 15-19. I sassaresi si riportano a -1 con Happ e la tripla di Katic, ma 5 punti di fila di Leday riporta gli ospiti avanti (20-28). Treier interrompe il digiuno isolano, Spissu punisce dai 6.75 scrive il -5. Ma l’Olimpia, trascinata da Delanay, in doppia cifra, scrive il +13 con 4/5 dall’arco (27-40). Timeout Dinamo. I padroni di casa rosicchiano 4 punti dalla lunetta con Bilan e Bendzius riportando lo svantaggio sotto la doppia cifra. Buona difesa della Dinamo dopo tanta sofferenza sul pick and roll delle scarpette rosse, gancio destro di Bilan che chiude il primo tempo 33-40.

LEGGI ANCHE:  Fabio Pisacane nello staff di Liverani: “Inizia una nuova vita professionale”.

Il Banco entra bene nel secondo tempo con 3 punti di Burnell. Botta e risposta dai 6.75 tra Spissu e Delaney. Magia di Burnell in fade away, seconda tripla in fila di Spissu per il-3. Milano ricaccia indietro Sassari con Leday che infila il diciannovesimo punto personale, bomba di Gentile che dà ossigeno agli isolani. Quinta tripla di Spissu per il nuovo -3, Biligha ricaccia indietro il Banco: break meneghino con Micov dai 6,75 ed è -10 al 30’ (51-61).

Jason Burnell apre l’ultima frazione, Kruslin non monetizza il tecnico sanzionato alla panchina milanese e la Dinamo è 6/13 dalla lunetta. Delaney sblocca l’Olimpia e segna i primi 3 punti dell’ultimo quarto. L’asse croato Katic-Bilan apre il break, Spissu punisce dall’arco e Milano chiama minuto sul 60-64 con 5’30’’ da giocare. Spissu firma il ventello dalla media con il canestro del -2. Ma Milano piazza il break con due triple di un ispirato Leday (25) e la seconda bomba di Shield ed è +11 (62-73). Rodriguez allunga il parziale a 12-0 e mette il sigillo sulla vittoria dell’Olimpia. Il secondo tecnico a Ettore Messina costringe il coach milanese a lasciare il campo, Spissu monetizza il libero e accorcia lo svantaggio con l’ennesima tripla. JB a rimorchio sull’errore di Bendzius. Shields in lunetta riporta i suoi sopra in doppia cifra. Canestro and one di Gentile quando inizia l’ultimo giro di cronometro, Biligha chiude il match che finisce 73-85.

LEGGI ANCHE:  Dinamo: gli uomini di Bucchi 'schiantano' Brindisi.

Dinamo Banco di Sardegna – Milano 73-85

Parziali: 15-19; 18-21; 18-21; 22-24.

Progressivi: 15-19; 33-40; 51-61; 73-85.

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 24, Bilan 10, Treier 2, Chessa ,  Kruslin 2, Happ 4, Katic 7, Burnell 14, Bendzius 2, Gandini, Gentile 8. All. Pozzecco.

Assist: Bendzius e Burnell 4  Rimbalzi: Burnell 7.

Milano: Leday 28, Moretti, Micov 6, Moraschini, Rodriguez 6, Tarczewski 2, Biligha 8, Cinciarini 2, Delaney 11, Shields 19, Brooks 2, Wojciechowski 1. All. Ettore Messina.

Assist: Rodriguez 10 – Rimbalzi: Leday e Micov 6.

foto Luigi Canu commons wikimedia