Cookie Consent by FreePrivacyPolicy.com Dinamo: la gestione Bucchi si apre con una sconfitta. - Sardegnagol

Dinamo: la gestione Bucchi si apre con una sconfitta.

Non inizia nel migliore dei modi l’avventura di Piero Bucchi alla guida della Dinamo, sconfitta in casa dal Napoli di coach Sacripanti.

Starting five biancoblu con Gentile, Kruslin, Burnell, Bendzius e Mekowulu, al quale il Napoli risponde con McDuffie, Velicka, Parks, Lombardi e Rich. Avvio di energia per la Dinamo del corso Bucchi che attacca subito il ferro con Mekowulu, ottimo impatto del centro sassarese che chiuderà i primi 10’ con 8 punti e 6 rimbalzi, McDuffie sblocca gli ospiti dall’arco ma ci sono i primi due punti di Kruslin in maglia Dinamo 2021-2022. Mek e Bendzius allungano il break fino al 9-5. Ci pensa Zerini a riportare Napoli a contatto: l’ex Brescia impatta sul match con 8 punti. Dopo essere stati sopra di 5 (16-11) i sassaresi concedono agli ospiti un break che li riporta in parità a quota 18, complice anche un antisportivo comminato a Treier. Zerini in lunetta firma il sorpasso della Gevi: dopo 10’ è 18-20. Nel secondo quarto Napoli allunga il parziale e mette la testa avanti condotta da Parks (11 punti in 10’), Logan e Battle tengono il Banco a contatto, nonostante le bassissime percentuali dall’arco (2/15). Coach Bucchi chiama il primo timeout: Napoli si porta fino al +8, gli isolani accorciano e si sbloccano con Bendzius dai 6.75 ma la tripla di Rich chiude il primo tempo 37-43.

Gentile apre le danze per riportare il Banco a contatto ma Mcduffie e Pargo ricacciano indietro i padroni di casa. Reazione isolana con Gentile e canestro and one di un Mekowulu decisivo: 7-0 biancoblu ed è Rich a fermare il parziale. La Dinamo vuole prendersi l’inerzia, si affida a Bendzius in lunetta e Logan, la prodezza di Battle dice sorpasso sassarese 52-51. Timeout Napoli. Gli ospiti firmano un break 6-0 e rimettono la testa avanti, la Dinamo che ha perso Burnell per una botta subita e Logan con 4 falli perde anche Treier che, punito col secondo antisportivo, deve lasciare il parquet. Al 30’ il canestro di Mekowulu chiude il terzo quarto 54-57.

Battle prova a suonare la carica ma Velicka è un cecchino da tre. Ci vuole parlare su coach Bucchi: i suoi escono bene dal timeout con la tripla di Kruslin. Lombardi e McDuffie scrivono il nuovo +7, fiammata tutta sassarese condotta da Logan che con 5 punti in fila scrive la parità a quota 66 con 4’35’’ da giocare. Rich riporta avanti i suoi, Bendzius però infila una tripla che fa saltare dalle seggiole i tifosi del PalaSerradimigni (69-68). Fade away di McDuffie e canestro di Rich per l’allungo partenopeo, Tripla clamorosa di tabella per Christian Mekowulu del -2, Logan firma la parità a quota 74. Il fallo del centro sassarese manda Velicka in lunetta e il lituano fa 1 su 2 (74-75). Con 7 secondi sul cronometro la Dinamo prova a giocarsi le sue carte ma è sfortunata e il tiro di Mekowulu si spegne sul primo ferro. Finisce 74-75.

“Avremmo preferito iniziare con una vittoria”. Questo il commento del coach bolognese nel post partita: “Sicuramente l’atteggiamento è cambiato, ci è mancata veramente la vittoria per un soffio. Credo che in questo momento sia importante guardare il bicchiere mezzo pieno perché i ragazzi hanno fatto uno sforzo notevole, ma questa non deve essere l’eccezione ma la base da cui partire”.

Dinamo Banco di Sardegna – Gevi Napoli 74-75

Parziali: 18-20; 19-23; 17-14; 20-18.

Progressivi: 18-20; 37-43;54-57; 74-75.65.

Dinamo: Logan 19, Kruslin 5, Gandini, Devecchi, Treier, Chessa, Burnell 2, Bendzius 17, Mekowulu 20, Gentile 4, Battle 8, Diop. All.: Piero Bucchi.

Napoli: Zerini 8, McDuffie 15, Pargo 5, Sauro, Velicka 12, Sinagra, Parks 13, Marini 3 4, Uglietti, Lombardi, Rich15. All.: Stefano Sacripanti.

Foto di Brian Merrill da Pixabay