Destinazione Lavoro, PD: “Procedura inadeguata e pagamenti in ritardo”.

Non accenna a spegnersi la polemica sull’ultimo avviso Destinazione Lavoro della Regione Sardegna. Dopo aver incassato le critiche da parte delle principali associazioni di categoria, oggi è toccato al Partito Democratico stigmatizzare l’azione disastrosa per le aziende del turismo dell’Isola messa in opera dall’attuale “paradigma politico-amministrativo” regionale.

“Nonostante i reiterati rinvii del click day e l’annullamento della procedura del 26 giugno scorso per il malfunzionamento della piattaforma, si sono ripetute le criticità e numerosi operatori non hanno potuto accedere alla piattaforma e inserire i propri dati – si legge nella nota dei consiglieri regionali dem -. Il click day, ha mostrato più volte la sua inadeguatezza, nel caso specifico, l’unico obbiettivo raggiunto è stato quello di tenere bloccati per intere mattinate in piena stagione estiva, imprenditori del settore turistico, studi di consulenza, organizzazioni di categoria e aziende”.

LEGGI ANCHE:  Omicidio al Poetto, fermato un ventiduenne.

A rendere meno roseo il panorama per gli operatori del comparto, ricordano ancora i dem, anche la mancata erogazione delle risorse dovute per l’annualità 2021 sempre nell’ambito dell’Avviso “Destinazione Lavoro”, nonostante la documentazione sia stata inoltrata da tempo agli uffici competenti.

foto Sardegnagol riproduzione riservata