Ciechi e ipovedenti: sipario sui campionati di Judo a Cagliari.

Quattro incontri su quattro vinti da Carolina Costa, la punta di diamante della nazionale azzurra degli atleti di Judo paralimpici ipovedenti e ciechi; argento per Asia Giordano, bronzo per Alessia Spampinato. E ancora: quattro titoli per l’Ucraina, tre medaglie d’oro per la Turchia che ha anche battuto l’Ucraina nella gara a squadre che si è disputata nell’ultima giornata di campionato. Sono in estrema sintesi i risultati della tre giorni dedicata allo judo per atleti paralimpici ipovedenti e ciechi che si è tenuta al PalaPirastu di Cagliari da venerdì 2 a domenica 4 settembre.

Il campionato europeo, organizzato dal’Ibsa, (International blind sport Association) federazione paralimpica internazionale dello sport dei non vedenti, ha coinvolto 92 atleti provenienti da 20 nazioni su 22 iscritte. 76, invece, le gare che si sono disputate nei tre giorni di combattimenti.

LEGGI ANCHE:  Dinamo femminile: arriva la Broni 93.

Questa gara, insieme ad altre, concorre per dare un punteggio che porterà ad avere l’elenco dei partecipanti alle paralimpiadi 2024 di Parigi – ha ricordato il irettore generale dell’evento Dario Della Gatta – ma per noi non è importante arrivare sul podio, la nostra attenzione è rivolta verso i valori che spesso mancano nella società in cui viviamo: solidarietà, socialità, cultura. La tre giorni al PalaPirastu è stata quindi una vittoria”.