Carte di debito e credito: diminuiscono le frodi in UE.

La Banca centrale europea (BCE) ha pubblicato oggi il suo rapporto sulle frodi con carta, basato sulle informazioni fornite da 20 operatori di sistemi di pagamento con carta. Le frodi con carta nel 2021 hanno continuato la loro tendenza al ribasso, scendendo al livello più basso dall’inizio della raccolta dei dati. Hanno costituito lo 0,028% del valore totale dei pagamenti effettuati con carte emesse nell’Area Unica dei Pagamenti in Euro (SEPA), pari a 1,53 miliardi di euro su un valore totale di 5,40 trilioni di euro. In confronto, le frodi con carta nel 2019 sono state pari a 1,87 miliardi di euro su un valore totale di 5,16 trilioni di euro. La quota più alta di frodi con carta osservata finora è stata dello 0,048% nel 2008.

LEGGI ANCHE:  Protezione temporanea: quasi 4,2 milioni di persone nei Paesi Ue.

“Esistono due tipi distinti di frode con carta – spiegano dalla Banca Centrale Europea -. La frode “card-not-present”, ossia la frode condotta a distanza nei pagamenti online e telefonici, utilizzando i dati della carta ottenuti con truffe come il phishing e la frode “card-present”, che si verifica tipicamente presso i punti vendita al dettaglio e gli sportelli bancomat e comporta l’uso di carte contraffatte”.

Le frodi con carte non presenti, che hanno rappresentato circa l’84% del valore totale delle frodi con carte nel 2021, sono diminuite del 12% rispetto al 2019 a seguito dell’implementazione a livello di mercato di una forte autenticazione dei clienti nell’ambito della revisione della Direttiva sui servizi di pagamento dell’UE (PSD2). Le frodi con carte presenti sono diminuite del 6% nel 2021 rispetto al livello del 2019, grazie alla continua implementazione a livello globale degli standard del settore, che si sono rivelati efficaci nel ridurre le opportunità di commettere frodi con contraffazione della banda magnetica.

LEGGI ANCHE:  Disinformazione: ok al nuovo codice di condotta.

Come nei rapporti precedenti, la maggior parte delle frodi con carta sia nel 2020 che nel 2021 ha riguardato transazioni transfrontaliere. Sebbene le transazioni transfrontaliere rappresentino solo l’11% del valore totale delle transazioni di pagamento con carta, esse hanno rappresentato il 63% del valore totale delle frodi con carta nel 2021.

foto Steve Buissinne da Pixabay