Buoni per celiaci: dal 1° luglio erogazioni direttamente sulla tessera sanitaria.

Non si dovrà più fare la fila per ritirare i buoni cartacei presso le Asl della Sardegna. A confermarlo l’assessore regionale alla Sanità e Assitenza Sociale, Armando Bartolazzi, al termine dell’ultima seduta di Giunta nel corso della quale è stata deliberata una nuova modalità di erogazione dei cosiddetti “buoni per i prodotti senza glutine”.

“La delibera sulla dematerializzazione dei buoni di acquisto dei prodotti senza glutine è una grande notizia per gli oltre 7500 celiaci sardi”, ha dichiarato nell’occasione l’esponente della Giunta Todde.

Dal primo luglio il bonus sarà caricato direttamente sulla tessera sanitaria e potranno essere spesi anche al supermercato in quota parte, con maggiore facilità e rapidità di incasso e rimborso per gli esercenti che vendono prodotti per celiaci.

LEGGI ANCHE:  Campagna vaccinale, in Sardegna vaccinato quasi l'80% del personale scolastico. Mario Nieddu: "Scontato la forte diffidenza verso il vaccino AstraZeneca".

“Il provvedimento – prosegue – prevede, in una fase successiva, la possibilità che anche i turisti celiaci provenienti da regioni che utilizzano sistemi dematerializzati similari possano spendere in Sardegna i loro buoni. Il modello infine si presta ad essere esteso ad altre patologie croniche con necessità di acquisti di prodotti dietetici specifici come ad esempio i nefropatici”, conclude Bartolazzi.