Bonus prima casa giovani, “sconti” prolungati per gli under 36.

L’Agenzia delle Entrate, con una circolare firmata dal direttore Ernesto Maria Ruffini, ha confermato la proroga – fino al 31 dicembre 2022 – per l’adesione all’agevolazione del bonus prima casa giovani, rispetto alla precedente scadenza del 30 giugno 2022.

La norma di favore, ricordano dall’AdE, è rivolta ai giovani di età inferiore a 36 anni e con un ISEE ( (l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente) non superiore a 40.000 euro e permette di fruire dell’esenzione per l’acquisto della prima casa, al momento del rogito, dal pagamento delle imposte di registro, ipotecaria e catastale ovvero, in caso di atto soggetto ad Iva, riconosce un credito d’imposta di ammontare pari all’Iva corrisposta al venditore.

LEGGI ANCHE:  Tassazione Irpef ed esclusione dall’Irap per le persone fisiche esercenti attività commerciali, arti e professioni.

Tale credito può essere portato in diminuzione dalle imposte di registro, ipotecaria, catastale, sulle successioni e donazioni dovute per successivi atti e denunce ovvero dalle imposte sui redditi delle persone fisiche risultanti dalla dichiarazione presentata dopo il perfezionamento dell’acquisto oppure in compensazione tramite F24.

È prevista, inoltre, l’esenzione dall’imposta sostitutiva ex articolo 18 del DPR n. 601 del 1973 per i finanziamenti erogati per l’acquisto, costruzione e ristrutturazione dell’immobile ad uso abitativo.

Prorogata anche l’esenzione dell’imposta di bollo sulle convenzioni per i tirocini di formazione.

foto twitter.com/Agenzia_Entrate