Bollette acqua e Tari, Antonello Peru: “Giusta la richiesta di moratoria per i pubblici esercizi sardi”.

Una moratoria dei pagamenti delle tariffe idriche e della TARI per dare una boccata di ossigeno ai pubblici esercizi della Sardegna che ormai da oltre un anno subiscono le gravi conseguenze economiche legate alla pandemia. Questa la richiesta presentata dalla FIPE Confcommercio Sassari al consigliere regionale del gruppo UDC-Cambiamo!, Antonello Peru: “Mi faccio interprete e portavoce di queste più che legittime istanze e chiedo che si valuti con attenzione un intervento in questa direzione”.

“Per quanto riguarda il pagamento delle bollette dell’acqua – spiega Peru – i pubblici esercizi chiedono che vengano bloccati i pagamenti delle bollette almeno fino al 30 ottobre 2021. Tutto l’arretrato che verrebbe accumulato sarebbe poi saldato l’anno successivo in 12 rate mensili. Ritengo che questa proposta sia da accogliere perché garantirebbe di non dover immediatamente affrontare questa spesa dopo un periodo di continue e forzate chiusure o forti limitazioni nelle aperture”.

LEGGI ANCHE:  Sassari, prorogate le misure a sostegno dei pubblici esercizi.

Analoga richiesta è stata espressa dall’associazione di categoria per la TARI: “La stagione estiva è alle porte e si intravvedono segnali di una ripartenza del settore che però può avvenire solo se le imprese non si troveranno costrette a dover far fronte nell’immediato a tutti i pagamenti richiesti”, conclude Antonello Peru.

Foto Sardegnagol, riproduzione riservata