Ben Harper incanta i 10mila del Parco dei Suoni.

Non ha tradito le aspettative dei circa 10mila spettatori accorsi al Parco dei Suoni di Riola Sardo. Ben Harper e la sua band “The Innocent Criminals” hanno decisamente ripagato l’attesa di due anni degli organizzatori – Sardegna Concerti, Isula Events e Abrley Arts – e, soprattutto, dei fan, creando una speciale alchimia di soul, blues, folk rock e funk. Una maratona di grande musica iniziata con il canto a cappella di “Below the sea level”, prima traccia del suo ultimo disco “Bloodline maintenance”.

Parco dei Suoni, foto Sardegna concerti

Un flow di grande musica andato avanti per diverse ore (e intervallato da momenti di scambio con il pubblico) e che ha registrato l’esecuzione di altri brani celebri dell’artista californiano, come “We need to talk about it”, “Problem child” e “More than Love” solo per citarne alcuni.

LEGGI ANCHE:  Parco dei Suoni, Sardegna Concerti: "Gettiamo la spugna".
Ben Harper , foto Sardegna Concerti

Mani sapienti che hanno lasciato il pubblico in religioso silenzio durante le improvvisazioni dell’artista californiano, realizzate con la storica lap steel guitar. Audience che ha ripagato la band con calorosi applausi riconoscendo l’intesa dei suoi componenti – Oliver Charles, Darwin Johnson, Adrian Painter e Leon Moble – nonostante l’assenza dello storico bassista Juan Nelson venuto a mancare nel 2021. 

Foto Sardegna Concerti