Parco dei Suoni: cancellati tutti gli eventi.

Il Parco dei Suoni di Riola Sardo chiude i battenti. A confermarlo oggi l’Associazione Rete Sinis Cultura e Turismo, curatrice del sito dal 2017. Degli eventi programmati resterà confermato il solo concerto della Bandabardò & Cisco del 1° ottobre 2022.

La drastica decisione, ricordano dalla Rete Sinis, deriva dalla presa d’atto di una situazione insostenibile per la programmazione degli eventi e la gestione del Parco dei Suoni di Riola Sardo, unita alla totale incertezza sulle prospettive future, derivanti dal mancato pagamento del FUS 2021 per un totale di 60mila euro e l’esclusione dal fondo 22-24 da parte del Ministero della Cultura. Criticità acuite dal ritardato pagamento da parte dell’Assessorato al Turismo della Regione Sardegna del contributo assegnato nel 2020 a seguito del Click day: circa 60mila euro. Problematiche che fanno il palio con “l’illegittimo esclusione dell’Associazione Rete Sinis tra i 128 beneficiari dei finanziamenti per gli organismi professionali di spettacolo per una presunta mancanza dei requisiti di legge da parte dell’Assessorato regionale della Pubblica Istruzione”, ricordano dall’organizzazione.

LEGGI ANCHE:  Sanità, Nursing Up: "Nel Regno Unito offrono 3200 euro per gli infermieri in Italia".

“Ferme restando le iniziative legali che l’Associazione Rete Sinis intraprenderà per recuperare i propri crediti e contestare eventuali azioni illegittime da parte della Pubblica Amministrazione, non possiamo evitare di rimarcare la nostra incredulità di fronte al muro di burocrazia e disinteresse, se non di vera e propria ostilità, manifestato da quest’ultima verso un’iniziativa fondamentale per lo sviluppo di un intero territorio che avrebbe meritato ben altra considerazione”, conclude la nota dei promotori.

foto Skitterphoto da Pixabay