Asili, bando da 70 mln. Solo 4 domande dalla Sardegna.

Si è concluso il 31 maggio l’ultimo bando per gli asili nido destinato ai Comuni delle Regioni del Mezzogiorno, con priorità per le Regioni Basilicata, Molise e Sicilia, finanziato con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per circa 70 milioni residui. 

Viene così definitivamente conclusa la procedura del PNRR per l’Istruzione 0-2 anni, con l’utilizzo completo dei 2,4 miliardi disponibili, e rispettando la percentuale del 55,29% di risorse previste per il Sud. Con l’aggiunta dei fondi per Poli dell’infanzia e Scuole dell’infanzia, verranno impiegati per intero i 3 miliardi messi a disposizione dal PNRR. 

Per l’Avviso chiuso a fine maggio sono arrivate complessivamente ulteriori 74 domande, per un totale di richieste di finanziamento per 81.199.333,64 euro. Il maggior numero di candidature è arrivato dalla Sicilia (22), seguita da Campania (10), Abruzzo, Basilicata, Molise (9 ciascuna), Calabria (7), Puglia e Sardegna (4 ciascuna). 

LEGGI ANCHE:  La sostenibilità alimentare secondo il CREA.

“Siamo riusciti a utilizzare per intero le risorse del PNRR per gli asili nido – dichiara il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi -. Un lavoro di squadra che ci rende orgogliosi, diretto con l’Agenzia per la coesione, le Prefetture, l’ANCI, la struttura ministeriale per il PNRR. Un’azione che ha permesso anche di rinsaldare e ricucire rapporti con il territorio istituzionale, con il costante supporto fornito ai Comuni per poter partecipare ai bandi. Ringrazio tutti coloro che hanno ottenuto un risultato importante”. 

foto LRCL da Pixabay