Arriva l’Hellas, Ranieri: “Non è una partita decisiva”. Baroni: “Campo storicamente ostico”.

Non sarà una sfida decisiva per la permanenza in Serie A ma, bensì, una “gara importantissima” quella di lunedì contro l’Hellas Verona. A rimarcarlo in conferenza stampa è stato il tecnico del Cagliari, Claudio Ranieri.

“La gara di lunedì? Dovremo affrontarla con tanta determinazione, giochiamo contro una squadra che sta facendo molto bene, quadrata, determinata. Assomiglia molto a noi: si chiude bene, riparte in velocità. I ragazzi – prosegue Ranieri – sanno che ci giochiamo tanto, non è una partita decisiva ma importantissima sicuramente. Sappiamo che dobbiamo far bene, dopo questa gara ci sarà un ciclo di partite toste contro squadre che stanno lottando per qualcosa di importante, così come è molto importante il nostro obiettivo. Ci servono i punti per centrare la salvezza”.

LEGGI ANCHE:  Il Banco stacca il biglietto per la Final Four di Supercoppa

Dello stesso avviso anche l’allenatore gialloblù Marco Baroni: “Abbiamo lavorato sodo per preparare una partita difficile, in un campo storicamente ostico, contro una squadra che in casa ha costruito gran parte del suo campionato. Sarà dura, ma ci siamo preparati”.

Parole poi di stima per il tecnico Claudio Ranieri e per i rossoblù: “Da un uomo come lui si può solo imparare. Ho avuto la fortuna di averlo all’inizio della mia carriera, a Napoli. Già lì avevo capito tutta la sua preparazione e le sue qualità sia umane che professionali. Sono molto grato di questo. Loro – rivolgendosi al Cagliari di Ranieri – hanno una struttura mentale solida e hanno giocatori con grande esperienza. È un campo in cui bisogna lottare, non dobbiamo stare ‘rannicchiati’. È una squadra da affrontare con rispetto ma anche con coraggio. Occorrerà una partita di alto livello”.

LEGGI ANCHE:  Arriva la rivelazione Monza, Ranieri: "Sanno quello che vogliono".

foto Cagliari Calcio/Valerio Spano