Arresto Alexei Navalny. L’UE chiede il rilascio immediato.

Ieri notte, l’attivista russo e presidente della Coalizione Democratica, Alexei Navalny, è stato arrestato presso l’aeroporto Sheremetyevo di Mosca da forze di polizia in assetto anti-sommossa. Un rientro in patria deciso dopo un lungo periodo di degenza vissuto a Berlino.

L’Unione europea, attraverso le parole dell’Alto rappresentante Josep Borrell, ha da subito condannato la detenzione del politico dell’opposizione russa, chiedendone l’immediato rilascio: “Chiediamo alle autorità russe di rilasciare immediatamente il signor Navalny e tutti quei giornalisti e cittadini che sono stati arrestati per avergli espresso il proprio sostegno al suo ritorno. L’UE seguirà da vicino gli sviluppi di questa vicenda e continuerà a tenerne conto al momento di definire la sua politica nei confronti della Russia”.

LEGGI ANCHE:  Disabilità, il giudizio tranchant della Corte europea: "Azione Ue modesta sulle persone disabili".