Alle Saline di Cagliari l’archivio unico degli atti regionali.

Prende il via il progetto di un archivio unico degli atti regionali negli immobili delle Saline di Cagliari, da poco trasferiti dallo Stato. Lo ha annunciato stamattina a Cagliari il presidente della Regione, Christian Solinas, nel corso del convegno “Territorio Archivi Istituzioni” promosso dalla Regione Sardegna e dal Ministero della Cultura-Direzione generale Archivi.

“Gli archivi – ha detto il presidente Solinas – non sono solo polverosi templi della memoria come qualcuno può pensare in una società così veloce dove tutto si consuma nello spazio di poche ore con le notizie e le produzioni documentali. Credo che invece ci sia l’esigenza di tutelare da un punto di vista sociale e storico un continuum che è un grande patrimonio dell’esperienza collettiva di un popolo”.

LEGGI ANCHE:  Ucraina, Christian Solinas: “Isola pronta a fare la sua parte".

“Dentro l’archivio del capitolo metropolitano di Cagliari – prosegue Solinas -, è conservato un patrimonio immenso che riguarda il Settecento sardo, i Vespri sardi, con la resistenza all’invasione francese del 1793. Nell’archivio di Stato abbiamo poi un pezzo di storia di quell’evoluzione statale che senza soluzione di continuità ha portato dal regno eretto da Bonifacio VIII a quello che è diventato Regno di Sardegna, d’Italia e poi Repubblica italiana all’indomani del referendum con una continuità ancora tutta da indagare”.

Il presidente Solinas ha poi ricordato le risorse investite dalla Regione: “Abbiamo iniziato già da tempo una politica di attenzione e collaborazione, a cominciare dagli archivi diocesani, e siamo intervenuti anche con un contributo straordinario che legge regionale 30 del 2020 ha messo a disposizione per la messa in sicurezza e il censimento delle cessate preture. Lo abbiamo fatto con il progetto di ordinamento archivistico di fonti della storia territoriale della Sardegna, che è stata concentrata sulla digitalizzazione e la infrastrutturazione informatica, grazie all’articolo 6 della legge regionale 20 del 2019, e abbiamo poi partecipato e lo faremo con sempre maggiore convinzione al rilancio della Scuola di Paleografia archivistica dell’archivio di Stato di Cagliari che dal 1877 rappresenta un fiore all’occhiello importante per la nostra città e l’Isola intera”.

LEGGI ANCHE:  Disabilità e accertamento unico, SNALV: "Ritardi in Sardegna di oltre 200 giorni".

Foto Sardegnagol riproduzione riservata