Aiuti umanitari: l’UE stanzia altri 25,5 milioni di euro ai Paesi africani.

La Commissione europea ha stanziato altri 25,5 milioni di euro a diversi Paesi africani per far fronte alla crisi alimentare, conflitti armati.

I fondi aggiuntivi saranno utilizzati, tra l’altro, per rafforzare i regimi di protezione sociale come l’aiuto alimentare, la nutrizione e l’igiene dell’acqua. Nelle aree di conflitto, i fondi saranno anche destinati a sostenere le popolazioni appena sfollate e le comunità ospitanti. 2 milioni di euro ciascuno andranno al Ciad, all’Algeria e al Camerun; 4 milioni alla Repubblica Centrafricana; 10 milioni al Sudan e 5,5 milioni ai Paesi dell’Africa Australe (Angola, Botswana, Unione delle Comore, Repubblica democratica del Congo (RDC), Eswatini, Lesotho, Madagascar, Malawi, Maurizio, Mozambico, Namibia, Seychelles, Sudafrica, Tanzania, Zambia e Zimbabwe).

LEGGI ANCHE:  Russia: rinnovate le sanzioni economiche dell'UE.

“L’UE continua a mostrare solidarietà all’Africa e prosegue i suoi sforzi per affrontare le ripercussioni globali della guerra della Russia in Ucraina, ma anche le conseguenze di conflitti e sfollamenti localizzati. In diversi Paesi africani, milioni di persone affrontano l’insicurezza alimentare e sono sull’orlo della fame”, ha dichiarato il Commissario per la gestione delle crisi Janez Lenarčič.

foto Jennifer Jacquemart European Union, 2021 Copyright Source: EC – Audiovisual Service