Viale Trento, Cagliari. Mal tempo e sciatteria abbattono la bandiera europea.

A chi è passato in questi giorni dinnanzi al palazzo di viale Trento a Cagliari, sede delle Presidenza della Giunta Regionale, sarà capitato di assistere all’inusuale e un po’ sconcertante spettacolo della bandiera Europea, ridotta a brandelli in terra. Quella italiana e a quella sarda, benché in condizioni non ottimali, erano invece regolarmente issate sui loro pennoni.

Sabato pomeriggio, ciò che resta della bandiera dell’Unione Europea ormai ridotta a grande straccio blu.

Prima di suscitare facili entusiasmi e altrettanto facili reprimenda, chiariamo subito: il Presidente Solinas non ha aderito a Italexit di Paragone e, quasi sicuramente, neanche sa del fatto, dal momento che da queste parti non lo si vede pressoché mai.

Probabilmente il vessillo blu con le 12 stelle gialle, è stato vittima del fortunale che giovedì si è abbattuto sul cagliaritano. Fin qui niente di biasimevole. Ciò che, invece, risulta incomprensibile e inaccettabile è che nessuno, dal prospiciente palazzo regionale, abbia provveduto nel frattempo alla sua sostituzione o rimozione.

LEGGI ANCHE:  MiSE: 5 milioni a sostegno dell’industria del tessile.
Sardegna Viale Trento Bandiera Unione Europea
Domenica mattina. I rimasugli della bandiera dell’Europea, appallottolati sotto il pennone

Le due foto dell’articolo sono state scattate sabato pomeriggio e domenica mattina. Confidiamo che qualche anima pia ponga fine a questo atto di cafonaggine istituzionale. Per il buon nome della Sardegna più che per quello dell’Unione Europea.