3-2 al Perugia. Il Cagliari ai sedicesimi di Coppa Italia.

Finisce 3-2 contro il Perugia e il Cagliari di Liverani va ai sedicesimi di Coppa Italia. Dopo appena 2′ Altare porta in vantaggio i rossoblù sugli sviluppi di un calcio d’angolo calciato da Viola. Cagliari vicino al raddoppio al 15′ con Pavoletti, ma il colpo di testa è alto fuori dallo specchio della porta di Gori, e Luvumbo al 21′. Nel miglior momento del Cagliari gli umbri trovano il pareggio con Melchiorri al 31′: diagonale mancino che non lascia scampo a Radunovic. L’attaccante del Perugia sfiora poi il pareggio al 40′ ma la conclusione, fortunatamente, scheggia il palo alla sinistra di Radunovic.

Nella ripresa Liverani mischia le carte lanciando nella mischia Zappa per Di Pardo e, al 60′, Lapadula per Pereiro. Le occasioni per il 2° non mancano ad arrivare con Pavoletti, Zappa e Luvumbo, ma è il Perugia ad andare in vantaggio. I biancorossi passano al 67’con una conclusione mancina di Di Serio, servito perfettamente dalla destra da Melchiorri.

LEGGI ANCHE:  I nuovi incarichi nell'Area Business & Media del Cagliari Calcio.

La reazione del Cagliari non si fa attendere: Luvumbo scappa a destra, uno contro uno con Vulikic che lo butta giù per il rigore che Lapadula non sbaglia.

Nuovamente il Perugia spaventa il pubblico della Unipol Domus all’84’ con Melchiorri che imbecca la traversa a portiere battuto. Sussulti per il Cagliari ancora all’87’ ma stavolta è Di Serio a fuggire in campo aperto sbagliando, fortunatamente, la conclusione sul primo palo.

Nel finale, quando tutto sembrava volgere al pareggio, Nicholas Viola su punizione all’88’ regala il 3-2, con un sinistro a giro imparabile per Gori.

Il Cagliari, quindi, convince e prosegue il suo percorso in Coppa Italia che, sul tabellone, incontrerà il prossimo 19 ottobre la vincente tra Bologna e Cosenza.

LEGGI ANCHE:  Vittoria casalinga per la Dinamo.

Nel post partita Fabio Liverani ha poi commentato la prima vittoria ufficiale della stagione: “Dobbiamo ancora lavorare sulla fase di possesso ma ci sta a questo punto della stagione. Non abbiamo gestito bene le marcature preventive ma la nostra difesa si sta amalgamando, è normale alla prima stagionale”.

Si è trattato invece di una “prova di personalità” per l’autore del gol vittoria, Nicolas Viola: “Abbiamo giocato con lo spirito giusto, la reazione allo svantaggio dimostra personalità. Giocare novanta minuti è stato molto bello, ci tenevo a fare bene, è arrivata anche la soddisfazione del gol quindi proseguiamo su questa strada sapendo che siamo solo all’inizio”.

LEGGI ANCHE:  Cagliari calcio. Risoluzione contrattuale con Farias.

Cagliari-Perugia 3-2

Cagliari (4-3-3): Radunovic; Di Pardo (45′ Zappa), Goldaniga, Altare, Obert (73’ Carboni); Lella (73’ Deiola), Viola, Makoumbou; Pereiro (59′ Lapadula), Pavoletti (85’ Kourfalidis), Luvumbo. A disposizione: Aresti, Ciocci, Boccia, Carboni, Palomba, Cavuoti, Faragò, Tramoni. All.: Liverani.

Perugia (3-5-1-1): Gori; Dell’Orco, Vulikic, Sgarbi; Righetti (65′ Paz), Vulic, Casasola, Lisi (65′ Di Serio), Iannoni; Oulai; Melchiorri. A disposizione: Moro, Angoni, Baldi, Cicioni, Ghion, Giunti, Vano, Sulejmani. All.: Castori.

Arbitro: Matteo Gualtieri di Asti.

Marcatori: 2′ Altare, 31′ Melchiorri, 67′ Di Serio, 80’ Lapadula rig., 89′ Viola.

Ammoniti: Iannoni, Righetti.

foto Cagliari Calcio/Valerio Spano