Vertenza Aras, Gabriella Murgia: “Predisposte le delibere per scongiurare l’interruzione dei servizi garantiti da Aras”.

Si complica la procedura d’assorbimento dei circa 227 lavoratori ex Aras nell’Agenzia Laore, dopo la recente decisione del Tar Sardegna, che ha ritenuto fondata la questione di legittimità costituzionale sollevata contro la decisione di procedere a un concorso riservato (per soli titoli) per l’assunzione dei lavoratori nell’Agenzia Laore.

Sulla questione oggi è stata audita, in Commissione Attività Produttive, l’assessora all’Agricoltura Gabriella Murgia, insieme alla direttrice generale del Personale Silvia Cocco: “Il mio assessorato ha predisposto le delibere per scongiurare l’interruzione dei servizi di laboratorio garantiti da Aras – ha spiegato Murgia – per quanto riguarda i lavoratori le procedure per la loro assunzione in Laore stanno andando avanti. L’ordinanza del Tar ha inevitabilmente rallentato i tempi. La nostra volontà politica è quella di andare avanti. Credo che sia opportuno un pronunciamento del Consiglio”.

LEGGI ANCHE:  Giorno del ricordo, Christian Solinas: "Tramandare la memoria della tragedia delle foibe per difendere la nostra società da odio e violenza".

Intervento che ha scaldato l’opposizione per la quale “su questa vicenda non si è fatto nulla”, come rimarcato da Gianfranco Satta consigliere dei Progressisti.

Parere condiviso dal gruppo del PD e sintetizzato dal consigliere Piero Comandini: “Non vedo soluzioni ma soltanto una pesante responsabilità politica da parte di questa Giunta”. Sulla stessa lunghezza d’onda la consigliera del M5S Carla Cuccu: “La politica dei proclami è scandalosa. L’unica soluzione per impedire la perdita dei posti di lavoro è assumere gli ex lavoratori entro il 31 dicembre. E’ una scelta politica forte che chiediamo di assumervi”.