“Uguali per Costituzione”. Ernesto Maria Ruffini ripercorre le principali tappe della vita repubblicana.

Come ha preso forma l’idea di uguaglianza nella nostra Costituzione e poi nella nostra vita repubblicana? Lo spiega nel suo ultimo lavoro “Uguali per Costituzione”, Ernesto Maria Ruffini, dove racconta la grande storia di un’utopia, nata dai sogni, dalle speranze e dalle aspettative degli italiani alla fine della Seconda guerra mondiale, nei giorni della Liberazione e della stagione straordinaria durante la quale furono poste le basi del nostro vivere insieme.

“Il risultato raggiunto in Assemblea costituente – scrive Ruffini – non fu altro che la testimonianza del reciproco rispetto delle diverse idee di ciascun Costituente e, in ultima analisi, di ciascun cittadino. Perché anche nella possibilità di esprimere le nostre idee dobbiamo riconoscere di essere tutti uguali”.

LEGGI ANCHE:  Jacopo Cullin, presentato il tour estivo.

Volume che sarà presentato venerdì 19 aprile alle 16.30 all’Archivio di Stato di Cagliari (via Gallura 2) dove, ricordano i promotori, sono presenti fonti archivistiche di grande importanza per la storia repubblicana nazionale, tra cui spiccano quelle dell’Alto Commissario per la Sardegna e della Consulta Regionale Sarda, le cui attività portarono alla redazione dell’attuale Statuto regionale, promulgato con Legge costituzionale il 26 febbraio 1948, n. 3. 

Insieme all’autore interverranno il presidente regionale delle Acli, Mauro Carta, Giuseppe Baturi, Arcivescovo di Cagliari e Segretario della Conferenza episcopale italiana, Ester Cois, sociologa della Università di Cagliari, Luigi Patronaggio, Procuratore generale di Cagliari, Gianmario Demuro, costituzionalista dell’Università di Cagliari e Nicola Tavoletta, presidente nazionale Acli Terra.

LEGGI ANCHE:  Archeologia. Nuovi ritrovamenti nella Valle dei Templi.