Tornano i punti in casa rossoblù. Pareggio al Mapei Stadium.

Un punto che fa morale ma che non stravolge la classifica. Questo in sintesi il risultato ottenuto dal Cagliari di Mazzarri sul campo del Sassuolo, bloccato in casa, contro ogni pronostico, sul 2-2.

Cagliari schierato dall’inizio con Cragno, Zappa, Ceppitelli, Carboni e Lykogiannis, Bellanova, Nandez, Grassi e Marin, Keita e Joao Pedro. Partita povera di spunti degni di nota per i rossoblù nella prima mezz’ora. Si rivela efficace, infatti, il cambio tattico di Mazzarri, con Bellanova dirottato a sinistra, Nandez allargato sul versante opposto. Al 31′ ospiti vicini al vantaggio: su angolo di Lykogiannis, Ceppitelli prova l’inzuccata di testa ma il pallone si infrange sulla parte alta della traversa con Consigli battuto. Al 36′ ancora Zappa affonda sul settore di destra, cross perfetto per Joao Pedro, dimenticato in area dai difensori emiliani. L’azione però sfuma per il non perfetto coordinamento del brasiliano.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato. Ceppitelli in rossoblù fino al 2022.

Nel momento più pericoloso il Cagliari si scopre e i neroverdi passano in vantaggio: al 37′ azione in verticale tutta di prima, Berardi serve un pallone perfetto per Scamacca che brucia Ceppitelli e di destro fionda a rete, battendo Cragno. Il passivo spinge i rossoblù in avanti con più convinzione e sugli sviluppi del corner arriva il pareggio di Keita che, spalle alla porta, si inventa una mezza girata a dir poco perfetta.

I calci di rigore diventano i protagonisti del secondo tempo. Dopo cinque minuti della ripresa, il Sassuolo torna avanti su calcio di rigore con Berardi, dopo un evidente fallo di Lykogiannis su Frattesi. Pochi minuti dopo, Nandez conquista palla a centrocampo, cross in area per Joao Pedro che controlla e viene steso da Frattesi. Arriva il secondo rigore della partita, trasformato dal brasiliano: 2-2.

LEGGI ANCHE:  Cagliari. Contro il Sassuolo un'altra prova maiuscola

Al 62′ Sassuolo vicino al terzo gol con Traorè e al 68′ con Frattesi. Il Sassuolo spinge e arrivano i primi cambi: Defrel per Scamacca al 73′ e doppio cambio nel Cagliari al 77′: Caceres e Deiola per Zappa e Grassi.

All’80’ Cragno salva il punto del pareggio, neutralizzando la conclusione da posizione ravvicinata di Defrel. Nel finale Mazzarri lancia nella mischia Pavoletti e Oliva per Keita e Marin, mentre nel Sassuolo Mateus Henrique e Kyriakopoulos rilevano Traorè e Rogerio.

Finisce 2-2 e tutto sommato il risultato non è bugiardo.

Per Walter Mazzarri, si è trattato di una “partita equilibrata” dove “si è visto più coraggio, più gioco propositivo”.

“Per noi – ha ricordato il tecnico livornese – era importante interrompere la serie negativa”.

LEGGI ANCHE:  Dinamo. Stefano Gentile rinnova fino al 2023.