Tempio accoglie il Cagliari di Ranieri, Biancareddu: “Lo sport va oltre ogni confine”.

“Come assessore dello Sport e come tempiese è per me un onore avere il Cagliari Calcio ospite a Tempio in questo momento così importante con per la squadra e per la società. Il ritorno in serie A dei rossoblù dimostra che lo sport va ogni confine e che con impegno e passione, anche dopo una brutta caduta ci si può rialzare”.

Lo ha detto l’assessore regionale dello Sport, Andrea Biancareddu, che ieri sera a Tempio Pausania ha incontrato il Cagliari. La squadra, fresca di ritorno nella massima serie dopo la vittoria contro il Bari nel campionato appena concluso, si trova nel capoluogo gallurese per due giornate di allenamento a porte aperte allo stadio “Nino Manconi”, tappa intermedia nella preparazione atletica per il prossimo campionato.

LEGGI ANCHE:  La Dinamo saluta la BCL.

“Il Cagliari si è dimostrato ancora una volta capace di trasmettere un messaggio di serietà e di sport sano ai più giovani” ha detto l’assessore dello Sport e della Pubblica Istruzione. “Questa promozione, non sperata ma spettacolare, ha regalato emozioni fortissime ai tifosi ed è un regalo anche per la Regione Sardegna che con orgoglio stasera è qui per festeggiarli. Allo stadio di Tempio in queste due giornate si incontrano due livelli calcistici differenti, a dimostrazione del fatto che lo sport è alla portata di tutti e si nutre del contatto con la gente. È un grande messaggio anche di amicizia e di spirito di squadra che si deve avere anche nella vita. Questi campioni ci insegnano che non si vince solo con la preparazione atletica, servono soprattutto passione e entusiasmo: è questo il messaggio positivo dello sport, che ha anche il potere di distogliere i giovani da cattive abitudini e insegnare loro uno stile di vita sano sotto tutti i punti di vista”.

LEGGI ANCHE:  Merito sportivo, CONI: al Cagliari il Collare d'oro 2020.

L’assessore Biancareddu ha incontrato i giocatori al Petit Hotel di Tempio ed in seguito si è recato insieme ai rossoblù verso il centro storico, in Piazza Gallura dove, insieme al sindaco Gianni Addis, ha consegnato al Presidente Giulini, al Mister Ranieri e al capitano Pavoletti delle targhe per premiarli per l’importante traguardo del ritorno in serie A. L’assessore dello Sport ha anche omaggiato la squadra con delle miniature dei Giganti di Mont’e Prama. Oggi la trasferta della squadra continua con una seduta di allenamento a porte aperte nello Stadio Nino Manconi, cui seguirà un’amichevole con l’Olbia alle 20 per il Trofeo Sardegna.