European Research Council: Serena Sanna vince il premio per la ricerca.

E’ andato alla ricercatrice sarda Serena Sanna il premio europeo nell’ambito dell’European Research Council, per il progetto di ricerca “Semicycle”. Il progetto della Sanna, afferente l’Istituto di ricerca genetica e biomedica del Consiglio nazionale delle ricerche di Cagliari, mira a comprendere le interazioni tra gli ormoni sessuali femminili e il microbiota per un’efficiente medicina personalizzata nei disturbi cardiometabolici nelle donne: in particolare, risponde alla necessità di migliorare le conoscenze sui meccanismi biologici responsabili di tali patologie, che ad oggi rappresentano una delle principali cause di mortalità femminile.

“Oggetto dello studio – spiega la ricercatrice sarda – sarà un campione di 300 donne sane attraverso tecnologie molecolari e approcci statistici all’avanguardia; successivamente, sarà studiata l’associazione tra le componenti del microbiota individuate come regolatorie del metabolismo glucidico e lipidico nelle donne sane, e l’insorgenza e la progressione delle patologie cardiovascolari e metaboliche, utilizzando coorti con dati già esistenti su un totale di più di 5.000 donne. Il progetto ci permetterà per la prima volta di individuare le componenti del microbioma che modulano il profilo cardio-metabolico specificatamente nella donna:  la loro comprensione potrebbe guidare lo sviluppo di strategie di prevenzione e trattamenti su misura”.

LEGGI ANCHE:  Cagliari commemora le vittime del Covid.

I finanziamenti ERC Starting Grant sono altamente competitivi e destinati a giovani scienziati d’eccellenza per consentire loro di concretizzare idee rivoluzionarie e ambiziose su tematiche di alta rilevanza. Nella tornata Starting Grants 2022 sono stati finanziati 408 progetti  a fronte di 2932 proposte pervenute, per un finanziamento complessivo di 636 milioni di euro.

“Siamo orgogliosi di consentire ai ricercatori più giovani di seguire la loro curiosità – ha dichiarato Mariya Gabriel , Commissaria europeo per l’innovazione, la ricerca, la cultura, l’istruzione e i giovani, ha dichiarato -. Questi nuovi vincitori del CER apporteranno un notevole patrimonio di idee scientifiche, approfondiranno le nostre conoscenze”.

Le sovvenzioni saranno investite in progetti scientifici che abbracciano tutte le discipline della ricerca, dall’ingegneria alle scienze della vita e alle discipline umanistiche. 

LEGGI ANCHE:  Banca di Cagliari, dopo 52 anni di servizio Piras va in pensione. Pavan: "Abbiamo assunto tanti giovani”.