Discoteche e sale da ballo: dal 6 giugno le richieste per i nuovi contributi.

Dal 6 al 20 giugno per i gestori di discoteche e sale da ballo, sarà possibile richiedere i nuovi contributi a fondo perduto. Il
provvedimento, firmato oggi dal direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, è stato finanziato dal dl 4/2022 (Sostegni ter).

Con riguardo ai beneficiari, ammontare del contributo e modalità di erogazione, restano valide le disposizioni contenute nel decreto del Ministro dello sviluppo economico del 9 settembre 2021. Nel dettaglio, si tratta dei soggetti con partita Iva attivata prima della data di entrata in vigore del Dl n. 4/2022 (27 gennaio 2022) che, alla stessa data, svolgevano in modo prevalente attività di discoteche, sale da ballo, night-club e simili (codice Ateco 2007 “93.29.10”) ed erano chiuse per effetto delle disposizioni di contenimento dell’epidemia da Covid-19, previste dall’articolo 6, comma 2, del Dl n.221/2021.

LEGGI ANCHE:  Giovani e comunicazione sui social, il report dell'Osservatorio sul giornalismo digitale.

La domanda, spiegano dall’AdE, andrà inviata utilizzando i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate o mediante il servizio web disponibile nell’area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” del sito istituzionale.

Le risorse finanziarie saranno ripartite in egual misura tra i soggetti in possesso dei requisiti entro l’importo massimo di 25.000 euro per ciascuno, nel rispetto delle condizioni e dei limiti della regolamentazione UE del Temporary Framework.

L’Agenzia comunicherà nell’apposita area riservata del portale “Fatture e Corrispettivi” – sezione “Contributo a fondo perduto – Consultazione esito”, l’importo del contributo riconosciuto, che verrà accreditato direttamente sul conto corrente del beneficiario indicato nell’istanza.

Foto di ktphotography da Pixabay