Dimissioni della vicepresidente Zedda, M5S: “Fallimento del governo regionale”.

Dopo la conferma delle dimissioni della vicepresidente della Regione (nonché assessora al Lavoro), Alessandra Zedda, confermate nella mattinata di ieri attraverso una missiva inviata al Governatore Solinas, il gruppo consiliare del M5S ha chiesto le dimissioni dell’Esecutivo regionale.

“Le dimissioni dell’assessora regionale al Lavoro, Alessandra Zedda, certificano il fallimento di questo governo regionale e di questa Giunta che sta continuando a perdere pezzi. Dopo l’assessore ai Trasporti, Giorgio Todde, dimessosi a inizio settembre, e l’assessore all’Ambiente, Gianni Lampis, eletto in Parlamento, oggi anche l’assessora al Lavoro, Alessandra Zedda, ha lasciato l’incarico – scrivono nella nota Roberto Li Gioi, Desirè Manca, Michele Ciusa e Alessandro Solinas -. Questo governo regionale, ormai da tempo, è palesemente incapace di assumersi le proprie responsabilità di fronte ai sardi e di guidare la Sardegna. Da quasi un anno – prosegue la filippica pentastellata – il Consiglio regionale è di fatto bloccato: ancora si attende la discussione della legge Omnibus 2″. Ricordiamolo la nuova greppia dove, grazie ai tanti emendamenti puntuali, troveranno soddisfazione gli appetiti di diversi lobbysti regionali.

LEGGI ANCHE:  In Italia il lavoro non ripaga a dovere...

Variazione di bilancio però che per i pentastellati in Consiglio regionale “permetterebbe di sbloccare le risorse necessarie a dare un minimo di sostegno alle famiglie e alle imprese sarde schiacciate dalla crisi economica e dall’inflazione”. Questioni di interpretazione…