Borse di studio, Roberto Deriu: “Ennesimo passo indietro della nostra Regione”.

“Notiamo con grande dispiacere l’ennesimo grave passo indietro che la nostra Regione ha fatto per quanto riguarda il diritto allo studio universitario in Sardegna”. E’ questa la denuncia di Roberto Deriu, consigliere regionale del Partito Democratico, in riferimento alle graduatorie definitive di assegnazione delle borse di studio per l’anno accademico 20/21 pubblicate dall’Ersu di Cagliari, dove sono presenti numerosi studenti risultati idonei ma non beneficiari, in particolare nella cosiddetta graduatoria ‘’B’’, cioè quella che riguarda il Bonus Covid.

“La presenza di tanti idonei non beneficiari nelle graduatorie significa che le risorse stanziate dalla Regione Sardegna in favore delle borse di studio degli studenti universitari non sono sufficienti a coprire l’intera platea di coloro che hanno diritto ad ottenerla, in quanto possessori dei requisiti di reddito e merito previsti dalla normativa in vigore”, dichiara Deriu, che sul tema ha presentato un’interrogazione in Consiglio regionale.

LEGGI ANCHE:  'Fitto Casa', Deriu: "La Regione non ha stanziato idonee risorse"

“Si tratta di una grave violazione del diritto allo studio – prosegue il consigliere dem – oltre che un danno per l’Università e per l’intera Regione”.

“Riteniamo doveroso intervenire con la massima urgenza – conclude Deriu – al fine di assicurare il beneficio della borsa di studio a tutti gli universitari risultati idonei ed evitare ulteriori disagi ai numerosi studenti sardi già provati dall’emergenza Covid, garantendo loro il diritto allo studio”.

Foto Sardegnagol riproduzione riservata