Asl Sassari, Manca: “Locali inutilizzati ma si spendono 2,2 milioni per un nuovo affitto”.

“Due milioni e 291mila euro per un contratto di locazione che può arrivare sino a dodici anni. Per la precisione, un contratto di affitto di sei anni rinnovabile per altri sei. Per l’esorbitante cifra di quasi sedicimila euro al mese”. Questa è la somma che l’Asl di Sassari ha deciso di spendere per affittare un immobile, appartenente a una Srl, da destinare al servizio di farmacia territoriale nel Comune di Sassari, secondo quanto indicato dalla consigliera regionale del Movimento 5 Stelle, Desiré Manca.

“Una scelta incomprensibile dal momento che in città la Asl dispone di locali inutilizzati, basti pensare al polo sanitario di Rizzeddu, che avrebbero potuto essere impiegati a tale scopo. Invece no. Si è deciso di spendere ulteriori fondi pubblici, si è deciso di attingere dalle casse regionali, e procedere con una manifestazione di interesse, alla quale, tra l’altro, ha risposto soltanto un operatore economico. La Asl – prosegue – ha deciso di spendere oltre due milioni di euro adducendo motivazioni legate alla logistica. Motivazioni che la città di Sassari ha il dovere di conoscere”.

LEGGI ANCHE:  ERSU Sassari, Biancareddu: "Totale copertura per gli studenti aventi diritto"

“Con un notevole risparmio la Asl avrebbe potuto utilizzare i locali di Rizzeddu, anziché procedere in modo del tutto arbitrario a stipulare un contratto di affitto milionario. All’interno del polo di Rizzeddu – conclude – ci sono locali assegnati al servizio del 118 in maniera inopportuna. Perché quindi non considerare l’opportunità di utilizzare questi locali e risparmiare?”.

foto Sardegnagol, riproduzione riservata